21 Marzo 2011

Ecobuste della spesa: Codacons contro i rincari.

Ecobuste della spesa: Codacons contro i rincari.

L’introduzione delle nuove buste biodegradabili si è trasformata «in una colossale fregatura per i consumatori italiani». Lo denuncia il Codacons, spiegando che, secondo un’indagine, «le nuove buste della spesa sono mediamente più piccole del 30% rispetto ai vecchi sacchetti di plastica, il loro costo è quasi raddoppiato, passando da una media di 5-6 centesimi di euro ad un prezzo che varia tra i 9 e i 10 centesimi di euro cadauna». Inoltre le nuove buste sono «poco resistenti» ed emanano un «odore sgradevole». «Si tratta di rincari inaccettabili e ingiusti, considerato che i sacchetti della spesa che riportano il marchio del supermercato dovrebbero essere gratuiti per i consumatori», afferma il Codacons, che lancia la campagna: «Boicottiamo le buste della spesa». Secondo i calcoli dell’associazione dei consumatori, in Italia si usano circa 20 miliardi di sacchetti l’anno, 300 a cittadino. E questo equivale a una spesa procapite che se nel 2010 era pari a 15-18 euro l’anno, a partire dal 2011 sarà di quasi 27-30 euro l’anno. In poche parole il rincaro si aggirerà tra il 66 e l’80%. Numeri che danno l’idea di un vorticoso business che vale la bellezza di 2 miliardi di euro l’anno. Ognuno cioè arriverà a spendere 50 euro l’anno in soli sacchetti.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox