1 Maggio 2016

«Ecco il mio calvario iniziato nel 2013 e non ancora finito»

«Ecco il mio calvario iniziato nel 2013 e non ancora finito»

«UN DOLOROSO calvario iniziato nell’ agosto 2013 e non ancora finito». Così il 49enne modenese M. M., libero professionista, inizia a parlare del caso di presunta malasanità che lo vede protagonista e per il quale ha fatto causa all’ Ausl chiedendo un risarcimento totale di oltre 600mila euro. Tutto è iniziato l’ 11 agosto del 2013 quando l’ uomo si è recato al pronto soccorso di Baggiovara per forti dolori al basso addome. I medici gli avrebbero diagnosticato «una ‘semplice’ infezione alle vie urinarie», da curare con antibiotici. Dopo pochi giorni sarebbe dovuto partire per le vacanze «in Sardegna: ho chiesto se era il caso, e la risposta è stata tranquillizzante. Sono allora partito». Ma non è andata come previsto. A causa dei fortissimi dolori «ho dovuto chiamare la guardia medica e sono stato ricoverato d’ urgenza». La ragione? Peritonite diffusa da appendicite acuta perforante con infezione in atto. «Mi hanno ‘preso per i capelli’, come si suol dire: rischiavo di morire», sottolinea con la voce ancora rotta dall’ emozione nel ripensare ai quei terribili momenti. È stato operato d’ urgenza e ricoverato fino al 4 settembre quando è stato sottoposto a un nuovo intervento. E poi a un terzo e a un quarto. Nei prossimi mesi ne è stato programmato un quinto. L’ uomo ritiene di essere vittima di un caso di malasanità: «A carico Baggiovara sono convinto abbiano sbagliato la diagnosi. E da lì, ritardando l’ intervento, sono iniziati i problemi e le successive complicazioni. Basti pensare che per sei mesi ho dovuto tenere il ‘sacchetto’ in seguito a una stomia. La perizia che ho fatto fare mi ha riconosciuto una invalidità del 45%». Per chiedere giustizia si è rivolto al Codacons di Modena, che segue il caso con l’ avvocato Massimo Grillenzoni. «Ho subito danni da ogni punto di vista – denuncia l’ uomo -: oltre che biologici e morali, ne ha pesantemente risentito il mio lavoro: da libero professionista ho subito un crollo del fatturato. Il responsabile di questi anni drammatici che ho dovuto vivere deve pagare». L’ udienza è fissate per il 14 luglio. Luc. Sol.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox