7 Agosto 2005

Ecco il “Galateo tour“

Basta liti per i viaggi

Ecco il “Galateo tour“

Per evitare il braccio di ferro tra operatori e clienti BASTA al braccio di ferro tra tour operator e clienti, che dopo gli ultimi attentati terroristici come quelli a Sharm el Sheik e Londra hanno disdetto o chiesto di modificare le proprie partenze. A lanciare la tregua è il Codacons, proponendo ai tour operator il “Galateo dell`operatore cortese“, che – spiega – ha già sottoposto all`attenzione della Fiavet, la Federazione italiana delle agenzie di viaggio. Si tratta, sottolinea il Coordinamento dei consumatori, di un decalogo di semplici regole “per un miglior servizio reso dall`operatore turistico e una migliore soddisfazione del cliente. Il galateo non è vincolante, ma costituisce un punto di riferimento per un comportamento comune e accettato dalle parti“. Indicazioni valide, prosegue l`associazione dei consumatori Codacons, sia nel caso in cui il viaggio sia diretto verso un Paese dichiarato come meta sconsigliata o pericolosa, sia nel caso di altre destinazioni ma sempre alla luce di eventi internazionali di grande preoccupazione. Ecco le regole: quando il consumatore non abbia sottoscritto un documento in cui, all`atto della prenotazione, era cosciente della destinazione come meta a rischio, l`operatore, in caso di disdetta per una meta sconsigliata, restituirà integralmente l`acconto versato, detratte solo le spese vive in misura non superiore al cinque per cento. Quando il consumatore non sia convinto di partire, anche se la meta non è sconsigliata o ufficialmente a rischio, l`operatore procederà a scala con le seguenti operazioni: cercherà di convincere il consumatore a non avere paura, o a rinviare il viaggio oppure a cambiare destinazione; offrirà, in alternativa, un bonus di uguale valore, detratte le spese non oltre il cinque per cento, da usufruire entro due anni presso lo stesso operatore; in caso di ulteriore rifiuto l`operatore offrirà la restituzione del massimo possibile dell`acconto tenendo conto anche di eventuali assicurazioni; in caso di insoddisfazione del consumatore egli stesso potrà chiedere di deferire la questione presso un collegio di conciliazione composto di un rappresentante della Fiavet e uno dell`associazione dei consumatori Codacons. Il collegio deciderà solo se l`operatore si sarà attenuto al presente galateo e delibererà entro una settimana dall`invio della scheda di reclamo alla sede della Fiavet o del Codacons, sentito il consumatore e acquisiti tutti i documenti da questi ritenuti utili per arrivare a una pronunciamento. Il consumatore potrà sempre rifiutare la decisione arbitrale e ricorrere invece alla giustizia ordinaria.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox