9 Febbraio 2012

E sul caos a Roma indaga la Procura Alemanno: sarà utile

E sul caos a Roma indaga la Procura Alemanno: sarà utile 

  
ROMA I disagi scoppiati a Roma dopo la nevicata di venerdì e sabato scorsi approdano in procura. I pubblici ministeri capitolini hanno avviato un fascicolo di indagine relativo in particolare ai gravi problemi legati alla mobilità. La pioggia di esposti e denunce giunta a piazzale Clodio nei giorni scorsi ha spinto il procuratore capo facente funzioni, Giancarlo Capaldo, a promuovere ulteriori accertamenti. Al momento il fascicolo è stato rubricato come modello 45, ossia senza indagati e senza ipotesi di reato. I pm sono, comunque, già al lavoro sulle denunce presentate da alcune associazioni di consumatori. Tra le prime a muoversi sono state il Codacons e l’ Adoc presentando in procura un esposto in cui si tirano in ballo Comune, Protezione civile, Anas ed Enel. E un’ inchiesta è stata aperta anche nel Frusinate per l’ incidente in cui è rimasto gravemente ferito ieri mattina un operaio di 46 anni che stava lavorando su un traliccio al ripristino della rete elettrica danneggiata dalle abbondanti nevicate. L’ uomo, che lavora per una ditta appaltatrice per conto dell’ Enel, è rimasto folgorato ad Acuto, dopo essere entrato in contatto con cavi di media tensione. I carabinieri stanno valutando se si sia verificato un errore umano. Quanto all’ inchiesta aperta a Roma, negli esposti le associazioni dei consumatori denunciano il Campidoglio ipotizzando i reati di «interruzione dei pubblici servizi di trasporto, viabilità e sicurezza, omissione di atti d’ ufficio, falso in atto pubblico, danno all’ erario, danneggiamenti e procurato allarme, con l’ aggravante della colpa grave, in capo all’ amministrazione di Roma Capitale, nella persona del sindaco». L’ Adoc accusa il Campidoglio di essere intervenuto in ritardo «nonostante fosse noto sin dall’ 1 febbraio che ci sarebbero state nevicate consistenti sulla città». A muoversi sono anche i cittadini, pronti a lanciare una class action contro «Strade dei parchi», concessionaria dell’ autostrada A24, e contro l’ Enel. Dal canto suo il sindaco Gianni Alemanno ha commentato positivamente l’ avvio dell’ inchiesta, definita «utile e opportuna». L’ indagine «contribuirà a fare chiarezza sulle responsabilità dei disagi che hanno subìto i cittadini romani per il maltempo, così come avevo proposto, sollecitando una commissione di inchiesta sull’ accaduto». Inoltre, ieri, il Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione nazionale consumatori) ha denunciato Trenitalia «per interruzione di pubblico servizio e per i gravi danni e disagi subiti dai passeggeri dei sei treni rimasti bloccati per oltre otto ore nell’ ultima settimana a causa del maltempo», anche al fine di ottenere «il giusto risarcimento per i danni subìti dai passeggeri». Intanto con le scuole aperte e le strade praticabili, Roma ieri è tornata alla normalità ma una nuova allerta meteo è prevista per domani. Così, mentre la città ha riaperto, con le scuole a pieno regime, il sindaco Alemanno ha firmato una nuova ordinanza che dispone l’ obbligo di catene a bordo per circolare in città da domani alle 6 a sabato alle 24. Sull’ eventuale nuova chiusura di scuole e uffici si deciderà oggi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox