1 Febbraio 2011

E sui taxi il Campidoglio chiede aiuto all´Antitrust

«Sui taxi l´Antitrust ha confermato il proprio plauso all´amministrazione capitolina», dice l´assessore ai Trasporti Antonello Aurigemma. «La posizione dell´Autorità garante della concorrenza non cambia di una virgola: la bocciatura dei rincari tariffari è confermata», ribattono i consumatori. In mezzo, il silenzio molto istituzionale dell´Antitrust. Cronaca di un incontro, il primo, tra il sindaco Gianni Alemanno e il responsabile della Mobilità cittadina con i vertici dell´Autorità garante della concorrenza, Antonio Catricalà e Andrea Pezzoli. Un appuntamento che arriva dopo la segnalazione al Comune di Roma dell´Antitrust secondo cui è anticoncorrenziale il principio che ad un aumento dell´offerta corrisponda un aumento delle tariffe. Un incontro richiesto da Alemanno proprio per cercare di venire incontro ai rilievi dell´Antitrust. Al centro del dialogo le tariffe contenute in delibera, che rappresentano un tetto massimo ma sono suscettibili di sconti o riduzioni da richiedere anche attraverso apposite convenzioni. Aurigemma ha sottolineato che l´amministrazione comunale intende rispettare le osservazioni dell´Authority. Per l´assessore l´Antitrust ha apprezzato «le misure volte alla trasparenza, quale l´istituzione, per la prima volta, di una Commissione di congruità delle tariffe». Difficile, immaginare, però che dopo la segnalazione di giovedì il presidente Catricalà possa aver cambiato idea. Dal Campidoglio, intanto, cresce il timore per l´impatto che l´Antitrust potrebbe avere sul contenzioso aperto davanti al Tar dai consumatori. Per il Codacons, infatti, le parole di Aurigemma «non rappresentano nulla di nuovo». Intanto il capogruppo del Pd capitolino Umberto Marroni, secondo il quale il nuovo piano tariffario verrà bocciato dal Tar, si dice disposto a discutere una nuova delibera.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox