19 Gennaio 2011

“E’ stato sciopero selvaggio”

Oggi alla sbarra 470 tassisti

SEGUE DALLA PRIMA Gli avvocati difensori dei tassisti produrranno in aula sentenze della Cassazione che assimilano gli indagati a liberi professionisti e non a dipendenti pubblici. Ma il Codacons, che all’ epoca presentò una denuncia in procura, ha ribadito che «si costituirà parte civile, per conto dei romani danneggiati dalla protesta selvaggia. I tassisti interruppero il proprio servizio spiegano dal sodalizio -, omettendo di rispondere alle chiamate dei centralini, concentrandosi nella zona di piazza Venezia, lasciando le auto in sosta sulla carreggiata anche nelle vie limitrofe, bloccando per ore e ore la circolazione e impedendo il passaggio dei mezzi pubblici» . Contrari al processo il deputato Pdl Marco Marsilio e il consigliere di Roma Capitale, Lavinia Mennuni, per i quali «è assurdo che si processino i tassisti per una manifestazione non autorizzata, cosa che a Roma succede praticamente tutti giorni. Solo un mese fa la città è stata teatro di una manifestazione contro la Gelmini che ha devastato il centro causando oltretutto gravi disagi alla popolazione -aggiungono -. Non ci sembra che nessuno abbia istituito processi di questo tipo. un comportamento persecutorio e pregiudiziale quello che si riserva a questa categoria» . Ementre il consigliere comunale del Pd Lavinia Mennuni, chiede in un’ interrogazione al neo assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma «quando sarà realizzato, e con quali modalità, test sanitario antidroga per tassisti ed Ncc» , la Federtaxi Cisal lancia l’ ultimatum al sindaco Gianni Alemanno e ad Aurigemma per avere «risposte certe su tariffe, lotta all’ abusivismo degli Ncc di fuori Roma, ordinanza aeroportuale 14 del 2009 conferimenti» . Altrimenti sarà sciopero. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox