fbpx
2 Settembre 2018

E’ quanto ha rilevato il Codacons in una sua indagine. Intanto c’ è chi parte a settembre

Quest’ anno l’ estate dei turisti italiani ä stata senza dubbio tormentata dai problemi registrati nel settore aereo .Secondo quanto ha rilevato il Codacons in base alle segnalazioni ricevute, il 35% di queste riguarda infatti il comparto dei trasporti, dove le lamentele risultano in forte crescita rispetto allo scorso anno .Alla base dell’ impennata nell’ insoddisfazione, spiega l’ associazione, vi sono i disservizi causati dalle compagnie aeree low cost: i recenti scioperi del personale Ryanair hanno determinato cancellazioni di centinaia di voli da e per l’ Italia, mentre altri vettori come Blue Panorama, Vueling e Volotea hanno inflitto enormi disagi ai passeggeri attraverso pesanti ritardi dei voli e problemi operativi di varia natura . In crescita, rispetto al passato, anche le segnalazioni relative alle strutture ricettive (25% del totale), spesso inadeguate e carenti: ad incrementare le proteste degli italiani in questo settore, prosegue il Coda cons, ä l’ aumento di operatori abusivi o improvvisati che sia in Italia (specie in Puglia) che all’ estero affittano ai turisti cantine, garage o altri locali non a norma e inidonei spacciandoli per abitazioni . Poi, prosegue Arrivi e partenze A pesare è spesso l’ incubo degli sciopero o dei ritardi che purtroppo sono frequenti negli aeroporti l’ associazione dei consumatori, il 20% dei vacanzieri segnala problemi con agenzie di viaggio e tour operator, mentre migliora rispetto agli anni passati la gestione dei bagagli, con una riduzione delle segnalazioni per smarrimento, consegna ritardata o danneggia mento che rappresentano il 9% delle proteste giunte al Codacons nel periodo compreso tra luglio e agosto . Ma le vacanze non sono finite, anzi per qualcuno sono appena iniziate: sono 11,6 milioni gli italiani che hanno scelto di trascorrere almeno parte delle va canze nel mese di settembre che, con un aumento del 5% rispetto allo scorso anno .Una positiva tendenza all’ allungamento della stagione turistica questa, rispetto al passato . E quanto emerge da una indagine ColdirettiHIxä divulgata in occasione dell’ ultimo grande controesodo . «Il week end segna la fine delle vacanze estive per 7 italiani su 10 che sono costretti al rientro in città ma – sottolinea la Coldiretti – anche un evidente turnover nei luoghi di villeggiatura .Per molti si tratta in realtà di un bis della vacanza con il mese di settembre ä particolarmente apprezzato da quanti cercano il relax e la tranquillità ma vogliono anche approfittare dei risparmi possibili con l’ arrivo della bassa stagione» . «Si verifica infatti una riduzione dei listini che – precisa Coldiretti – può superare il 30% per i viaggi, i soggiorni ed anche gli svaghi e che risulta particolarmente appetibile in un momento di difficoltà economica . La ricerca del risparmio non ä però la sola ragione poiché ad apprezzare il mese di settembre sono soprattutto coloro che vogliono cogliere l’ ultimo scampolo dell’ estate per tornare in forma alla routine quotidiana.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox