5 Aprile 2002

E? primavera, i prezzi volano

E? primavera, i prezzi volano

Carne, pesce, pane e frutta alle stelle. In salita vertiginosa anche hotel e ristoranti




Se avete l?impressione che il vostro portafogli sia più leggero, avete ragione. La conferma arriva dagli ultimi dati raccolti dall?ufficio Prezzi del Comune di Roma secondo il quale la vita nella Capitale continua ad essere sempre più costosa: rispetto a febbraio sono aumentati quasi del 4% le tariffe di alberghi e ristoranti, del 2% quelle dei trasporti e dell?1,4% i prezzi del settore abbigliamento e calzature. Prezzi medi, divisi per categoria, ma che fanno rabbrividire se si scende nel particolare: le spigole sono aumentate del 14,5%, le mele ?renette“ del 7,5%, la carne dell?1,8% e il pane dello 0,3. Aumenti che non fanno che confermare l?andamento del 2002: il prezzo della carne dall`inizio del 2002 è salito del 3,2%, la benzina verde del 4,2%.
«Quest?ondata di aumenti l?avevamo annunciata con largo anticipo e puntualmente si è verificata – commenta Italo Mannucci, segretario regionale del Codacons, il coordinamento delle associazioni dei consumatori – E questi sono dati riguardanti il paniere, cioè quelli più sotto i riflettori. Ma se si dà un?occhiata anche ai listini dei prodotti che non vengono monitorati gli aumenti sono ancora più rilevanti. Purtroppo l?unica cosa che abbiamo potuto fare è stata quella di avvertire per tempo i cittadini».
Dati preoccupanti che non fanno che confermare il trend di quest?inizio d?anno. Per rendersene conto basta guardare i dati diffusi dall?Istat sugli aumenti registrati tra diecembre 2001 e gennaio 2002: i servizi sanitari (+1,4), le attività culturali e di ricreazione (+1,2) e alberghi e ristoranti (+1,1).
«Siamo seriamente preoccupati per i dati sul costo della vita a Roma – dice Alberto Sera, segretario regionale della Uil – I romani, forse più di altri, stanno pagando le conseguenze del cambio della moneta».
«Quest?anno il numero dei prodotti che monitoriamo è passato da 9.300 a poco più di 13mila- fanno sapere dall?Ufficio Prezzi del Comune di Roma- Ma è stato ampliato anche il numero di punti vendita presi in considerazione con l?inserimento, ad esempio, di altri negozi del X municipio (Tuscolana) e l?inserimento di quelli del XIII municipio (Ostia e Acilia)». Secondo l?ultima rilevazione del Campidoglio c?è una variazione di prezzi per il 75,1% dei prodotti: il 52,9% sono aumentati, mentre il 24,9% sono diminuiti. Quest?ultimo caso, però, è un dato che riguarda soprattutto il settore ortofrutta: febbraio, infatti, ha fatto registrare straordinari aumenti di frutta e verdura per le pessime condizioni atmosferiche le quali avevano rovinato molti raccolti. Ma ecco i picchi verso l?alto: le spigole sono aumentate del 14,5%, i carciofi romaneschi e i cefali del 13,5%, i dentici del 13,3%, le mele ?renette“ del 7,5%.
Come categorie, i rialzi maggiori, ancora una volta, riguardano ?alberghi e ristoranti“: da marzo a febbraio le tariffe sono cresciute addirittura del 3,9% quando in tutto il 2001 hanno fatto registrare un aumento poco superiore al 6%. «Non mi risultano grandi aumenti – commenta Nazzareno Sacchi, presidente dell?Assoristoranti di Roma – Probabilmente si tratta di un ?effetto tecnico“ dell?adattamento alla nuova moneta. Con la conversione nuda e cruda dei prezzi molti esercizi avevano un listino con prezzi ridicoli che ovviamente sono stati arrotondati. Attualmente, però, il mercato è abbastanza ristagnante e per attirare i turisti nella città Eterna si cerca di diminuirgli le spese». E aggiunge: «Benchè Roma sia una delle grandi capitali europee dove si mangia spendendo meno che altrove, per i ristoranti è ancora un periodo negativo. In questi giorni ci sono arrivati i dati relativi al periodo di Pasqua e sono molto al di sotto delle aspettative. Gli altri anni, di questi tempi, abbiamo sempre assistito alla ripresa del turismo».
L?aumento del costo della vita a Roma ha toccato, e non poco, anche gli automobilisti: la benzina verde, dall`inizio dell`anno, è aumentata del 4,2%, l?assicurazione di automobili e scooter è cresciuta rispettivamente del 2,3% e dell?1,2%

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox