13 Agosto 2010

E il Carspac 2 è pronto a manifestare alla Fiera di settembre

E il Carspac 2 è pronto a manifestare alla Fiera di settembre
 

– ARGENTA – SOSPESA l’ attuale fase del processo Coopcostruttori che riprende a settembre con tutte le sue incognite e aspettative, per Valerio Cellini, portavoce del soci sovventori Carspac 1, le cose non cambiano più di tanto. «Noi – spiega – restiamo sempre sulla stessa linea strategica: quella dell’ intervento della Lega e del movimento cooperativo». Ma a che punto siete? Ovvero, ci sono novità per una eventuale ulteriore tranche di rimborso del prestito sociale attraverso la cosidetta operazione solidarietà? «Noi -precisa Cellini – siano ancora fermi alla promessa fatta la scorsa promavera dal presidente di Lega Coop Paolo Cattabiani». E cioè? «Cioè dar corso ai tempi supplemantari: ad una nuova quota di risarcimento dei nostri soldi investiti e persi nella Cooperativa di Donigaglia». Ora avete recuperato il 50% delle somme iscritte su libretti di deposito ed il 42,50% sulle azioni Apc: cosa vi aspettate di più? «Ormai non parliamo più di percentuali: l’ importante è che venga mantenuto l’ impegno preso. Sul quanto non si sa nulla. Di certo c’ è che nell’ ultimo incontro con Cattabiani è emerso che i soldi raccolti non erano sufficienti a soddisfare le nostre ultime richieste. Insomma dobbiamo portare ancora pazienza. Speriamo comunque che questo canale resti aperto. E che i bilanci delle cooperative, che han già fatto un notevole sforzo, consentano di elargire un altro contributo. Su questo fronte si è speso più volte anche Errani. Mi auguro tuttavia che dal processo escano delle condanne verso i responsabili di questa vicenda che ha causato danni inimmaginabili: economici, fisici e morali». Sulle carte bollate è invece impostata la tattica del Carspasc 2, che sostenuto dal Codacons, per ora nell’ aula di tribunale sta alla finestra. Ma punta tutto sulla causa civile contro i dirigenti e le società di revisione chiamate a rispondere del fallimento, nonchè su di una corresponsabilità di Lega Coop, ancora tutta da dimostrare. «A questo scopo – spiega il portavoce Massimo Cricca – stiamo raccogliendo ogni elemento utile. E, mentre stiamo valutando di organizzare una manifestazione durante la Fiera di Settembre, abbiamo chiesto la confisca dei beni mobili e delle proprietà immobiliari degli imputati».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox