14 Aprile 2010

E il caro-benzina affonda il budget

Il caro-benzina continua a suscitare preoccupazione tra i consumatori che si trovano costretti in un periodo di grave difficoltá finanziaria a fare i conti con prezzi al rialzo in maniera vertiginosa. Sul piede di guerra le associazioni che rappresentano gli utenti. • Il Codacons ha presentato un esposto presso ben 104 Procure della Repubblica distribuite su tutto il territorio nazionale per denunciare l’ aumento ingiustificato dei prezzi del carburante. Aumento che si è verificato a ridosso delle festivitá pasquali, periodo in cui milioni di automobilisti si mettono al volante. «I rincari hanno portato a un livello dei prezzi preoccupante – ha affermato il presidente Codacons, Carlo Rienzi – a danno di milioni di automobilisti». • Nell’ esposto l’ associazione chiede alle Procure e all’ Antitrust l’ invio della Guardia di Finanza direttamente presso i distributori di carburanti. «Non escludiamo anche una maxi class action da parte degli automobilisti contro le compagnie petrolifere – ha sottolineato il presidente del Codacons – e consigliamo agli utenti di conservare i documenti che attestino i rifornimenti di carburante». • Dal canto loro le compagnie petrolifere hanno respinto le accuse sostenendo che il prezzo alle pompe è rimasto sostanzialmente invariato. In una nota diffusa dall’ Unione Petrolifera si spiega che «i prezzi sono legati agli andamenti delle corrispondenti quotazioni internazionali dei prodotti raffinati rilevati dall’ agenzia specializzata Platts che cambiano ogni giorno». In ogni caso dal periodico monitoraggio dell’ Unione Europea non emergono notizie confortanti per gli automobilisti italiani. che pagano un differenziale maggiorato di + 2,2 euro a pieno (50 litri) per la benzina, 1,85 euro in più per un pieno di gasolio,che rapportato ad un consumo medio annuo di 1.500 litri, porta un surplus di esborso su base annua pari a 330 euro per le auto a benzina, 277,5 euro per quelle a gasolio. • Adusbef e Federconsumatori hanno nuovamente chiesto una sorveglianza più attenta sui prezzi delle benzine ed una regolazione dei listini su base mensile,come giá accade per altri beni sensibili come luce e gas fissati trimestralmente dalle rispettive autoritá.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this