2 Marzo 2014

E’ difficile anche morire in notevole aumento i funerali di povertà

E’ difficile anche morire in notevole aumento i funerali di povertà

di EMER SANI MISANO. La crisi rende difficile anche l’ ultimo viaggio. Il Comune negli ultimi anni ha visto crescere in maniera esponenziale i funerali di povertà: «Sono stati 5 negli ultimi 2 anni – spiegano -, in passato se ne registrava al massimo uno in 10 anni». L’ ultimo si è svolto nei giorni scorsi. «Il dato è drammatico, i numeri indicano uno stato di povertà diffusa». Il regolamento comunale prevede che se del funerale nessuno della famiglia se ne occupa sia l’ ente farsi carico delle spese. «Il Comune paga i costi delle operazioni cimiteriali – spiegano -, che per esigenze dobbiamo ridurre al minimo: la bara è la meno cara in assoluto, il trasporto anche, cerchiamo di mantenerci tra i 1.000 e 1.500 euro; inoltre la salma viene sistemata a terra in quanto il loculo avrebbe una spesa maggiore». Nella maggior parte dei casi il defunto non una rete famigliare di sostegno, ma non manca invece anche la situazione nella quale l’ estinto ha parenti, ma i rapporti sono lacerati da questioni famigliari. «In questi casi siamo di fronte a un dramma all’ interno del dramma – spiegano dal Comune -, con le dovute cautele cerchiamo comunque di rivalerci della somma spesa richiedendola ai discendenti del caro estinto». La contrazione economica si fa sentire anche in questo settore, modificando le scelte dei cittadini in tema di esequie con l ‘ a umento dei funerali “low cost”. «Si cerca di spendere sempre di meno – spiegano dalle pompe funebri Villa Delio & Raul di Misano -, almeno del 30 per cento. Si scelgono le opzioni più economiche, adesso organizziamo un funerale completo con 1.500 euro, prima della crisi non si scendeva mai sotto i 2 non si scendeva». Negli ultimi due anni a livello nazionale si è registrata una crescita importante della cremazione (+25%), preferita alla classica tumulazione. Questo perché la cremazione comporta costi sensibilmente inferiori rispetto all’ inumazione a terra e alla tumulazione in loculo o tomba di famiglia, e consente risparmi di migliaia di euro. Anche per questo è cresciuto negli ultimi anni il numero di coloro che scelgono di pagare una cerimonia funebre a rate, scelta compiuta oggi dal 35% degli italiani (dati Codacons).
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox