5 Agosto 2001

E con la web cam ti “spio“ al mare

E con la web cam ti “spio“ al mare
In alcuni lidi si può essere filmati di nascosto. È già moda

«Privacy violata. Attenzione, web cam nascoste sulle spiagge del litorale vi scrutano senza che voi lo sappiate». L`allarme estivo è del Codacons, l`associazione dei consumatori che ha invocato l`aiuto del Garante e ha pure fatto partire diverse denunce. Ma sono preoccupati, indignati, arrabbiati per questo i romani al mare? Non pare proprio. Anzi, essere “on line“ è il divertimento dell`anno. Il must che può far scegliere uno stabilimento piuttosto di un altro. Così silhouette più o meno perfette rimbalzano sui monitor di tutto il mondo.

Le funzioni poi sono tante. Ragazzo geloso? Lei e le amiche stazionano a portata di web cam, così lui, dal computer di casa, controlla e si tranquillizza. Funzione videotelefono, la famigliola si diverte sulla spiaggia ma il papà, meschino, lavora, e la nostalgia è tanta. Niente paura, tutti davanti all`obiettivo, e mentre la bimbetta fa ciao al suo paparino, la mamma parla al cellulare con il consorte distante «che hai mangiato? I fiori l`hai annaffiati?».
«Sotto la nostra telecamera è un teatrino continuo, e per il rispetto della privacy poi non ha neanche lo zoom, ma è un dettaglio che non scoraggia nessuno. La voglia di essere ripresi è troppo forte», racconta Fabrizio Sinceri, dal Faber Beach di Ostia, il primo, nel maggio scorso, a dare il via all`operazione web cam. In meno di tre mesi, al www.faberbeach.com. oltre 13 mila contatti. E di notte si scatena la tribù che balla. Tutte falene attratte dal totem hi tech che diventa complice di danze seduttive o elaborate coreografie. Mentre surfisti e colleghi, le web cam sul mare le apprezzano soprattutto a casa. Si collegano allo stabilimento o allo spot preferito, controllano se c`è il sole, com`è il vento e vai che si parte. Al Corallo di Castel Fusano hanno perfino installato una stazione di rilevamento dati che in tempo reale aggiorna sul loro sito www.corallobeach.it la situazione meteorologica.

Altra attrattiva di quest`anno, le torrette di legno stile baywatch, ma al posto del bagnino frenetici dee jay. E spalmati intorno al totem di legno decine di ragazzi e ragazze, e non per la musica, i dj durante il giorno ti coinvolgono, scherzano e ti prendono in giro, insomma ti notano e per almeno un minuto diventi protagonista della spiaggia. Infine il gadgettormentone per eccellenza, l`accessorio, che ha stracciato bandane, occhiali, braccialetti portafortuna: il portachiavi da collo. Un`intera gamma a disposizione. Dall`allure della Chanel, versione nerooro a 280 mila lire, al fashion “very tarocco giallorosso“, 10 mila lire, specialmente da quando Totti e compagni l`hanno sfoggiato. In spiaggia doppia funzione, prima s`appende il cellulare, in apposita custodia idrorepellente, poi le chiavi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox