24 Gennaio 2011

Due idee per evitare il pedaggio

Asse attrezzato L’ipotesi più praticabile è il declassamento della strada.

PESCARA Tutte le idee sono benvenute per evitare il pedaggio sull’ asse attrezzato, problema al centro del Consiglio comunale straordinario di oggi (inizio ore 10) chiesto dal Pd.
Ma due sono quelle che appaiono praticabili.
All’ assise civica sono stati invitati tutti i rappresentanti degli enti locali (Province e Comuni), delle associazioni di categoria e dei consumatori.
La discussione prende le mosse dalla mozione del maggior partito di opposizione (declassamento dell’ asse attrezzato da "raccordo autostradale" a "superstrada") e condivisa dallo stesso sindaco Mascia, ma poi si allarga a un’ altra possibile soluzione indicata dalla Provincia (depennamento dalla "black list" grazie a un provvedimento del Governo).
In un caso o nell’ altro, oggi il Consiglio deve dare una indicazione credibile e prendere una posizione condivisa che dia forza alla cancellazione del ticket.
La Cna ha ribadito di schierarsi al fianco della Provincia a tutti i livelli «comprese le iniziative di carattere legale, – afferma il direttore della Cna Abruzzo Graziano Di Costanzo – che la Provincia deciderà di intraprendere».
Guerino Testa, la scorsa estate, aveva presentato ricorso contro il Decreto che istituiva il pedaggio, sostenendo l’ azione della Provincia di Roma e del Codacons .
«Già in quella occasione – aggiunge Di Costanzo – avevamo espresso apprezzamento per l’ iniziativa della Provincia di Pescara, unico ente pubblico a passare dalle parole ai fatti, per combattere l’ ennesimo e ingiustificato balzello che arriva dopo i rincari della benzina e quelli esagerati dei pedaggi autostradali nel momento più difficile della crisi economica».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this