fbpx
10 Febbraio 2002

Due aerei sulla stessa pista, paura a Malpensa

«Quei velivoli non dovevano trovarsi uno di fronte all?altro». Ma la torre di controllo aveva dato il via libera


Due aerei sulla stessa pista, paura a Malpensa


Un jet di Air Europe stava decollando per Palermo: si è bloccato quando all?orizzonte è comparso un mezzo di Alitalia

MALPENSA (Varese) – Due aerei che si muovono in contemporanea verso le vie di rullaggio, i piloti che si accorgono di essere sulla medesima traiettoria, uno dei due che frena bruscamente interrompendo la manovra di avvicinamento alle piste: si sono vissuti attimi di sconcerto a Malpensa, dove due velivoli (uno dell?Air Europe e uno dell?Alitalia) sono stati protagonisti ieri mattina attorno alle 9.30 di quello che l?Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha definito «un conflitto di traffico al suolo».


LA PAURA – Una mancata collisione? No, secondo la polizia di Malpensa, perché i due aerei si trovavano a circa un chilometro di distanza l?uno dall?altro e procedevano a una velocità di 20 nodi (circa 40 chilometri l?ora). Scampato pericolo, insomma, ma il problema resta: come mai due velivoli avevano ricevuto contemporaneamente l?ok a percorrere il medesimo tratto? Quello dell?attraversamento delle piste e dei movimenti a terra a Malpensa è un problema che si era manifestato fin dal primo momento. Il pilota dell?Air Europe ha comunque segnalato l?episodio alla sua compagnia; secondo quest?ultima, il volo PE 702 di Air Europe diretto a Palermo con 119 passeggeri a bordo aveva ricevuto l?ok dalla torre di controllo per dirigersi verso la pista di rullaggio; poco dopo essersi mosso, il pilota ha visto a distanza venire verso di lui un aeromobile dell?Alitalia che, appena atterrato, stava facendo rientro verso le aree di parcheggio. L?Air Europe si è immediatamente bloccato (e i passeggeri a bordo hanno raccontato di aver avvertito una brusca frenata), chiedendo poi istruzioni alla torre di controllo.



LE SCUSE – I controllori di volo si sarebbero scusati fermando il mezzo dell?Alitalia e dando la precedenza a quello diretto a Palermo. Quest?ultimo ha decollato poi con circa 20 minuti di ritardo. La Polaria di Malpensa getta acqua sul fuoco di ogni allarmismo: i due aerei, questa la sua versione, erano in una posizione tale che mai si sarebbero potuti disturbare a vicenda e la brusca frenata viene attribuita a un errore di valutazione da parte del pilota di Air Europe. Comunque sia, il contraccolpo dovuto all?improvviso stop è stato distintamente avvertito da passeggeri ed equipaggio diretti a Palermo; in più, un esponente dei Codacons, che si trovava a bordo, una volta giunto a Punta Raisi ha annunciato l?intenzione di voler presentare un esposto sull?accaduto. Le autorità dello scalo siciliano hanno fatto sapere di non essere state informate di alcun disagio da parte dei passeggeri sbarcati da Malpensa. L?aereo al centro dell?episodio è ripartito alle 12.30 da Palermo per Linate con mezz?ora di ritardo sull?orario previsto.



L?INDAGINE – L?agenzia per la sicurezza del volo ha già chiesto di acquisire i dati dei due velivoli e le registrazioni delle conversazioni tra gli equipaggi e la torre di controllo: il quesito fondamentale, come detto, è stabilire come mai a due aeromobili sia stato dato il via libera per occupare lo stesso tratto di pista. Alitalia, infine, non ha commentato l?episodio poiché il suo pilota ha riferito di non aver percepito nulla di anomalo. Non è la prima volta che a Malpensa dei velivoli si ritrovano sulla stessa traiettoria; ben più grave era stato l?episodio verificato nello scalo milanese il 13 agosto scorso, quando un Boeing dell?Egypt Air e uno ancora una volta dell?Air Europe si erano trovati in fase di decollo a poche centinaia di metri di distanza sulla stessa pista.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox