6 Settembre 2011

DROGA:RADICALI, BASTA A CENSURA SU DANNI PROIBIZIONISMO

 
 
           
            (ANSA) – ROMA, 6 SET – Serve "un dibattito serio e
documentato sulle politiche sulla droga, che vada al di là dei
‘favorevoli o contrari al consumo’, per non lasciare campo
libero a chi quotidianamente vuole censurare la verità e
l’informazione sui danni del proibizionismo". Lo afferma il
presidente dei Radicali Italiani, Mario Staderini, in una nota.
   "Nella relazione annuale del Dipartimento per le politiche
antidroga – dice Staderini – si legge che le morti correlate
alla droga nel 2010 sono state 374. Nessun decesso diretto è
stato invece registrato per canapa, canapismo, canapite acuta,
cannabinomania".
   Pertanto "il sottosegretario Carlo Giovanardi, il Codacons e
tutta quella classe dirigente che fa del proibizionismo la
bussola della propria politica" dovrebbero confrontare questi
dati con quelli dei decessi causati da fumo (70-80 mila) e alcol
(20 mila) "prima di lanciarsi in polemiche del tutto prive di
fondamento, come quella che ieri ha visto il Comitato dei
consumatori scagliarsi contro Vasco Rossi, chiedendo la chiusura
della sua pagina Facebook".
   "Nel nostro Paese – aggiunge Staderini – si contano 4
milioni di consumatori, 400 mila spacciatori, 880 mila persone
che hanno subito procedimenti per possesso di droga, quasi 30
mila detenuti per violazione della legge sugli stupefacenti,
mentre il narcotraffico frutta alla mafia ogni anno ben 20
miliardi di euro". Questi numeri, conclude, "dimostrano la
necessità e l’urgenza di un dibattito serio e documentato sulle
politiche sulla droga".(ANSA).
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox