15 Marzo 2013

Dramma sociale La Procura deve intervenire

Dramma sociale La Procura deve intervenire

        

? PAVIA ? LA BATTAGLIA contro il gioco d’ azzardo non si ferma e al già vasto coro di voci, che comprende diverse associazioni e istituzioni locali, adesso si è aggiunto anche il Codacons, il coordinamento delle associazioni a difesa dei consumatori. È arrivato ieri alla Procura di Pavia, infatti, un esposto sul «gioco d’ azzardo, il riciclaggio e l’ estorsione» inviato lo scorso mese anche alle procure di Roma, Piacenza, Cremona e Bergamo. «Chiediamo di usare ogni strumento investigativo allo scopo di presentare tutti i controlli necessari ad accertare l’ eventuale responsabilità, nonché l’ eventuale sussistenza di fattispecie penalmente rilevanti» si legge nel documento. Il Codacons chiede quindi alla Procura di indagare e tenere gli occhi aperti su una realtà nella quale Pavia vanta il triste primato di città con il record italiano di spesa pro capite per le scommesse (2,700 euro l’ anno). Perché «non impedire un evento, che si ha l’ obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo», scrive l’ associazione dei consumatori citando l’ articolo 40 del codice penale. «Abbiamo deciso di muoverci spinti dagli ultimi eventi di cronaca ? fanno sapere dal Codacons -, in particolare ci ha colpito il caso di quella donna di Castel San Giovanni che, a inizio febbraio, ha ucciso la madre 90enne per sottrarle dei soldi che le sarebbero serviti per giocare ai videopoker». Soddisfatto dell’ iniziativa Simone Feder dell’ associazione ?No slot?, capofila a Pavia della battaglia contro il gioco d’ azzardo. «Negli ultimi anni c’ è stato un proliferare spaventoso di macchinette e casinò on line ? spiega lo psicologo – Fortunatamente alcuni segnali positivi ci sono e la gente sta iniziando ad averne abbastanza del gioco d’ azzardo. Sabato, ad esempio, sarò al liceo ?Copernico? per parlare di questi argomenti. Sono stati i ragazzi a chiedermi di farlo durante la cogestione che hanno organizzato. Farò lo stesso al ?Taramelli? il 24 aprile e stiamo cercando di organizzare a maggio una manifestazione nazionale contro le slot». Matteo Miglietta.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox