fbpx
25 Maggio 2017

Il dottore “no-vax” radiato

la replica: «non sono contro i vaccini, ma non vanno obbligati»
MILANO – Radiato. L’ epide miologo Dario Miedico, protagonista del Comilva (Coordinamento del movimento italiano per la libertà delle vaccinazioni) è stato “cacciato” dal l’ Ordine dei medici di Milano. La decisione sarebbe arrivata con il voto all’ unanimità della commissione disciplinare. E’ il secondo caso dopo quello del dottore trevigiano, Roberto Gava, considerato uno dei paladini della lotta “no-vax”. «Ritengo infamante e vergognoso il fatto che io sia stato radiato dall’ Ordine dei medici di Milano perché ritenuto un “novax”. Io non lo sono mai stato, non sono contro i vaccini, ma contro la loro imposizione: sostengo semplicemente che le vaccinazioni possano essere pericolose come tutti i farmaci e che possono essere solo consigliate e non debbano essere imposte per legge», ha commentato Miedico. E ancora: «Non mi stupisce questa posizione in questo momento» in cui sono state rese obbligatorie le vaccinazioni a scuola. L’ Ordine dei medici milanese «mi contesta di aver diffamato le vaccinazioni. Io- ha promesso – sono pronto al ricorso: è il minimo». Si è mosso anche il Comilva, che ha dato la notizia in questi termini: «Lo stimatissimo e benvoluto ricercatore, perito forense dottor Dario Miedico è stato radiato ieri dall’ ordine dei medici. Esterrefatti, siamo tutti senza parole per tale evento che pare far ritornare l’ Italia ai tempi del nazi -fascismo, ma crediamo fortemente che sia una mossa voluta e pianificata che si inserisce in un perfido meccanismo più grande». Il movimento “no-vax” è andato oltre: “Invitiamo tutti a manifestare il proprio risentimento scrivendo liberamente all’ ordine dei medici di Milano». Ma c’ è anche chi ha esultato come Roberto Burioni, noto virologo dell’ Università Vita San Raffaele e paladino provax, che si èsfogato così: «Fuori due. Finalmente tolleranza zero, finalmente i pazienti vengono protetti, finalmente si torna a essere orgogliosi di essere dei medici. Grazie a Roberto Carlo Rossi, presidente dell’ Ordine dei medici di Milano». Sul piede di guerra, invece, il Codacons, secondo cui la radiazione di Miedico è «un provvedimento abnorme che riporta l’ Italia ai tempi bui dell’ Inquisizione. La battaglia avviata nel nostro paese contro la libertà di pensiero è aberrante ed estremamente pericolosa. I medici vengono intimoriti attraverso lo strumento della radiazione dall’ albo e non possono più esprimere opinioni sulle vaccinazioni».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox