7 Aprile 2010

Dopo Pasqua, un’ altra stangata al distributore

Al ritorno dalle vacanze di Pasqua, gli italiani incappano in un’ altra stangata al distributore. Esaurita infatti la "tregua" successiva ai rincari di marzo, i prezzi della benzina tornano a salire. A modificare i listini sono stati, in particolare, Q8 ed Erg. Stando alla consueta rilevazione della Staffetta Quotidiana, Q8 ha aumentato la benzina di 1,5 centesimi, portandola a 1,425 euro, e il gasolio di 2 centesimi, raggiungendo quota 1,259 euro. La Erg, invece, ha ritoccato i prezzi di entrambi i prodotti di 1 centesimo: la verde è ora a 1,418 euro, il gasolio a 1,244. Così, secondo il Codacons, già il ritorno a casa dopo le vacanze pasquali è stato un salasso. I rialzi dei prezzi della benzina «determinano, per il solo rientro dalle vacanze di Pasqua, una "sovrattassa" aggiuntiva pari a 19 milioni di euro» calcola l’ associazione dei consumatori, che parla di «stangata sui poveri automobilisti tartassati», esortando il governo a liberalizzare il settore, «favorendo l’ ingresso di nuovi competitori. Adusbef e Federconsumatori, invece, suggeriscono di «sterilizzare gli aumenti Iva e introdurre l’ accisa mobile sui carburanti». Si muove anche il governo. Il sottosegretario allo Sviluppo economico con delega all’ Energia, Stefano Saglia, ha già annunciato di voler convocare al tavolo compagnie, gestori e Regioni. Allo studio dell’ esecutivo, la chiusura di un certo numero di impianti, l’ aumento dei self service, il passaggio dai prezzi giornalieri a quelli settimanali.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox