20 Novembre 2018

Dopo lo sversamento, i vigili vanno in Procura

VEDUGGIO (bvl) Ad una settimana dall’ ennesimo sversamento nell’ area dei Cariggi e nel rio Fossarone, il primo provvedimento – di una lunga serie si auspica – è stato preso. Il Comando associato di Polizia Locale Bevera Briantea, che abbraccia i comuni di Renate, Veduggio e Cassago, ha sporto denuncia per inquinamento ambientale, ai sensi dell’ articolo 452 bis del Codice penale. Contro ignoti perché al momento sono ancora in corso le analisi mirate a definire la natura dell’ emulsione che dalla mattinata di mercoledì l’ altro e fino a giovedì giorno nel quale è terminato l’ impegnativo intervento di aspirazione affidato dall’ Arpa ad una ditta specializzata aveva ricoperto terreni (in parte comunali, in parte della bulloneria «Fontana») e acque, così come la provenienza. Al lavoro c’ è l’ Agenzia regionale per la protezione dell’ ambiente della Lombardia, così come BrianzAcque e la Provincia. E’ a quest’ ultima che spetta la competenza ter ritoriale. «Nei prossimi giorni – ha spiegato venerdì mattina il sindaco Maria Antonia Mol teni- faremo il punto per definire poi il percorso da seguire». L’ atto presentato in Procu ra dai Vigili potrebbe portare, una volta stanati i colpevoli della violazione dei Cariggi, alla loro reclusione da due a sei anni e a una multa da 10mila a 100mila euro. Anche il Codacons in campo Anche il Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, è sceso in campo, annunciando la presentazione di un esposto per richiedere l’ identificazione dei colpevoli ed insieme se vi siano i presupposti di «un reato di inquinamento ambientale». «E’ inaccettabile – recita il comunicato stampa diramato lunedì 12 novembre – che tali azioni possano avvenire in maniera del tutto indisturbata. Infatti i pericoli conseguenti a tali gesta scriteriate sono reali, e azioni del genere sono ormai sempre più frequenti. Sono necessari maggiori controlli che permettano di porre un freno ad azioni che possono avere serie conseguenze per l’ ambiente, per le coltivazioni e per gli animali che popolano la zona».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox