3 Dicembre 2020

Dopo la denuncia sul concorso l’Asp querela Di Lieto

– L’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro «a tutela dell’immagine ed onorabilità dell’azienda e della commissione prefettizia preannuncia l’imminente presentazione di una querela nei confronti del dott. Francesco Di Lieto», rispetto all’intervento pubblico del vicepresidente nazionale del Codacons inerente un atto amministrativo della terna commissariale su un concorso pubblico di un collaboratore dirigente sanitario non medico.« riferimento alle recenti illazioni, delle quali si è avuto notizia a mezzo stampa, formulate da parte del dott. Francesco Di Lieto della Codacons, in relazione al recente bando adottato in azienda per il reperimento a tempo determinato di una figura professionale appartenente alla dirigenza sanitaria non medica l’Asp di Catanzaro – si precisa nel comunicato dell’Asp provinciale – l’azienda ha bandito un regolare avviso al fine di reperire una figura di supporto alla direzione del Dipartimento di Prevenzione, gravato in questa particolare fase pandemica oltre che dell’ordinaria attività istituzionale anche dagli importanti e crescenti gravosi impegni legati al contrasto dell’emergenza Covid, più volte richiesta dallo stesso, già a far data dal 20 luglio 2020». Lieto nella sua denuncia aveva affermato che «si tratterebbe, invece, di un incarico particolare, davvero simile ad una camicia realizzata su misura per questo dirigente sanitario “non medico”, tanto che gli addetti ai lavori conoscono già il nome del vincitore fin dal momento in cui è stato pubblicato l’avviso pubblico. Ed ecco perché lunedì andremo in procura con la delibera e il nome del vincitore».« azienda, dallo scorzo mese di marzo – precisa ancora la terna commissariale – ha avviato le procedure per l’assunzione di n. 151 medici e n. 183 infermieri, di cui una parte già in servizio. Ulteriori assunzioni riguardano ancora professionalità sanitarie e tecniche sia per garantire i Lea che, specificatamente, per contrastare la pandemia. Si citano, da ultimo, a solo titolo di esempio, sessantaquattro infermieri destinati ai plessi scolastici dell’intero territorio provinciale di Catanzaro e le oltre 90 professionalità mediche previste nei bandi dinamici. È, pertamnto quantomeno singolare che il dott. Di Lieto accusi l’Asp di intervenire, dopo aver assicurato prioritariamente la copertura dei servizi medici ed infermieristici di prima linea, anche a supporto del Dipartimento di Prevenzione con la ricerca di una figura professionale immediatamente spendibile “sul campo”, da reperire a mezzo di regolare avviso pubblico e valutazione per titoli e colloquio da espletare da qualificata commissione di concorso. Avviso peraltro aperto all’intero territorio nazionale. Per le ragioni di cui sopra e a tutela della immagine ed onorabilità dell’azienda e della commissione prefettizia si preannuncia altresì la imminente presentazione di una querela nei confronti del dott. Di Lieto, già in avanzato corso di predisposizione da parte dei competenti uffici aziendali».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox