1 Marzo 2016

Dopo l’ arsenico arriva la querela

Dopo l’ arsenico arriva la querela
il sindaco promette battaglia al codacons per “procurato allarme e diffamazione”

di BRUNETTO APICELLA SELLIA MARINA – “Procu rato allarme” e “diffamazio ne” e la richiesta di eventuali danni per aver leso “l’ imma gine della comunità”. Il sindaco di Sellia Marina Francesco Mauro non ci sta. E dopo la presa di posizione del vicepresidente nazionale del Codacons, Francesco Di Lieto, che, nei giorni scorsi, era intervenuto sulla vicenda della rilevazione di arsenico in alcune condotte dell’ acqua sul territorio comunale, ora il primo cittadino annuncia azioni legali. «Darò mandato – spiega Francesco Mauro – ai legali per valutare se ci sono gli estremi per avanzare querela nei confronti dell’ avvocato Di Lieto per “procurato allarme”, “diffamazione” nonché valutare eventuali “danni di immagine per la comunità di Sellia Marina”. Purtroppo Di Lieto è solito diffondere notizie spesso ingannevoli e fuorvianti, frutto di proprie convinzioni. È solito pubblicare notizie “bomba” senza conoscere realmente le problematiche se non per sentito dire o apprese da organi di stampa o carpendo a destra o Il sindaco Francesco Mauro a manca qualche spunto». Mauro ricorda l’ episodio della scorsa estate quando «nonostante l’ Arpacal avesse escluso ogni inquinamento provocato dallo sversamento a mare del canale di raccolta d’ acqua che attraversa l’ agro della località Ruggero lo ha rifatto in questi giorni amplificando oltre ogni limite la problematica della presenza di arsenico oltre i limiti di legge nelle acque di provenienza del pozzo Uria di gestione Sorical spa. Problematica – precisa Mauro – che, interessa una limitata parte di cittadinanza ed è attenziona ta e monitorata dagli organi competenti». Ma non è finita qui. Il primo cittadino replica ai “sospetti” lanciati dall’ esponente del Codacons e secondo cui «la presenza di arsenico oltre i limiti di legge possa ascriversi alla presenza del sito “San Simone”, che tanti anni orsono, è stato utilizzato come discarica; sito che si trova a un raggio di distanza di oltre un chilometro e mezzo dalla fonte di approvvigionamento in suolo più vicina. Così come dice il falso – incalza Mauro – quando afferma che non è stata rispettata la procedura di leg ge rispetto all’ emissione dell’ ordinanza di inibizione dell’ acqua per uso potabile per la concentrazione di arsenico oltre i limiti di legge o, ancora quando accusa il sottoscritto di avere emesso l’ ordinanza di non potabilità dopo presentazione di sua denuncia». In conclusione Mauro lancia una frecciatina al vicepresidente del Codacons «che più volte si è candidato alle elezioni amministrative di Sellia Marina uscendono sconfitto. Non vorrei che, amplificando ogni volta le più svariate problematiche che, purtroppo, ogni ente naturalmente si trova ad affrontare, Di Lieto e chi ne condivide il proprio operato, vogliano accentrare a sè l’ at tenzione dei cittadini selliesi onesti e sinceri, non per “tu telarli” ma, probabilmente, per finalità squisitamente politiche. Sellia Marina- conclude il sindaco – è una cittadina meravigliosa per storia, tradizioni e cultura, che non può essere mortificata da chiunque, direttamente o indirettamente, cerchi di sfregiare il proprio patrimonio naturalistico, unico per il suo genere».
brunetto apicella
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox