2 Ottobre 2013

Dona, la boutique che ‘boicotta’ l’ Iva ‘Qui non applicheremo l’ aumento’

Dona, la boutique che ‘boicotta’ l’ Iva ‘Qui non applicheremo l’ aumento’

Da ieri i cartellini dei prezzi – e quindi i consumatori – se la devono vedere con l’ aumento Iva. Nel paniere di beni soggetti a rincaro radio, computer, vino, birra, tv, benzina, ma anche scarpe e abbigliamento. Il Codacons stima una stangata per le famiglie fino a 349 euro l’ anno e un calo dei consumi del 3 per cento. Calo dei consumi che i commercianti faranno di tutto per scongiurare. E c’ è già chi è partito con il marketing ‘boicotta Iva’. Cartellini e prezzi ‘congelati’, ad esempio, alla boutique di abbigliamento Dona di Corso Farini a Russi. Sulla pagina Facebook del negozio la titolare Donatella Ugolini avvisa i clienti: “Qui non si applica l’ aumento Iva”. E’ la stessa titolare a motivare l’ annuncio comparso sul social network: “Per i clienti non cambierà nulla, nessun ritocco ai prezzi – afferma la Ugolinioccorre fare il possibile per limitare gli effetti di un provvedimento che, in questa fase, ritengo quanto mai penalizzante per tutto il settore”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox