22 Settembre 2019

Dl Clima, Codacons: stangata da 2,2 miliardi su automobilisti

 

Milano, 21 set. (askanews) – Sugli automobilisti italiani rischia di abbattersi a partire dal prossimo anno una mega-stangata da 2,25 miliardi di euro. Lo denuncia il Codacons, che chiama in causa alcune norme contenute nel Decreto Ambiente. La bozza del Decreto Ambiente introduce infatti il taglio dei sussidi ambientalmente dannosi, tra cui quello che garantisce accise sul gasolio inferiori a quelle applicate alla benzina; potrebbe venire meno anche il rimborso in favore degli autotrasportatori di parte delle accise pagate.

Una rivoluzione che, se introdotta, porterà il gasolio a costare presso i distributori esattamente come la benzina, con una vera e propria stangata a danno dei 17,3 milioni di italiani proprietari di auto diesel e danni catastrofici per la collettività, attraverso un aumento a cascata dei prezzi di una moltitudine di prodotti, scrive il Codacons. In base alle elaborazioni dell’associazione, la parificazione di accise tra benzina e diesel determinerà una maggiore spesa per il pieno di gasolio pari a circa +5,15 euro (considerati i prezzi odierni), il che equivale ad un aggravio di spesa di +130 euro all’anno a carico di ciascun automobilista che circola con auto diesel. Considerato che nel nostro paese 17,3 milioni di italiani possiedono una autovettura a gasolio, il Decreto Ambiente potrebbe determinare nel 2020 una stangata complessiva da 2,25 miliardi di euro solo per i maggiori costi diretti da rifornimento.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox