11 Marzo 2008

DISSERVIZI AEROPORTI, INTESA CONSUMATORI-SEA

Milano, 11 marzo 2008 – Bagagli smarriti, informazioni errate, negligenze legate all`utilizzo dei servizi aeroportuali. Ora è possibile veder tutelati i propri diritti di viaggiatore e consumatore “tradito“, grazie a un accordo sottoscritto in Regione, da associazioni dei consumatori e Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Linate e Malpensa. L`intesa, siglata oggi alla presenza di Franco Nicoli Cristiani, assessore regionale al Commercio, Fiere e Mercati, che è anche presidente del Comitato regionale Consumatori e Utenti, da Giuseppe Bonomi, presidente di Sea, e dai rappresentanti delle Associazioni dei consumatori, chiarisce cosa fare se si è subito un disservizio nell`utilizzo dei servizi aeroportuali erogati dalla Sea. Si tratta del primo accordo del genere tra associazioni dei consumatori e una società aeroportuale: il protocollo prevede l`istituzione di un Ufficio di conciliazione a cui potranno rivolgersi gli utenti danneggiati, con sede a Linate. Il protocollo d`intesa è stato sottoscritto da Associazione Consumatori Utenti, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici (Centro per i Diritti del Cittadino), Confconsumatori, Coniacut, Federconsumatori, La Casa del Consumatore, Movimento Consumatore, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori. Cosa cambia per i cittadini L`utente, in caso di danno o disservizio, dovrà per prima cosa inoltrare a Sea un reclamo scritto. In caso di risposta negativa o insoddisfacente o di mancata risposta potrà essere avviata la procedura di conciliazione, gratuita per il cittadino, utilizzando la “Domanda di conciliazione“. Tutte le informazioni e la modulistica saranno disponibili sul sito www. Sea-aeroportimilano. It e sui siti internet delle Associazioni dei consumatori che hanno sottoscritto il protocollo. Le Associazioni dei consumatori rivestono un ruolo importante: controfirmano la domanda di conciliazione, possono ricevere le domande, che dovranno essere trasmesse tempestivamente all`Ufficio di conciliazione e possono rappresentare l`utente, dietro suo mandato, nella procedura di composizione della controversia. La procedura verrà esaurita entro 120 giorni dal ricevimento della domanda. Evidenti i vantaggi per i viaggiatori, con procedure definite e tempi certi per la soluzione dei problemi e dei disguidi che si possono verificare con il gestore aeroportuale. Sea provvederà, inoltre, ad inserire nella propria Carta dei servizi la segnalazione della procedura di conciliazione con gli utenti e le indicazioni su come attivarla. La Sea assicurerà, inoltre l`attività di formazione dei conciliatori, l` informazione e il monitoraggio sullo stato del contenzioso. “La sottoscrizione del protocollo di intesa e del regolamento – ha detto Nicoli Cristiani – è un modello di collaborazione tra istituzioni, società di servizi e Associazioni dei consumatori, che in questo modo confermano il loro prezioso ruolo di tutela degli interessi del cittadino e di stimolo per gli operatori. L`auspicio è che questo modello di cooperazione possa essere di esempio e trovare applicazione anche in altri settori“. “L`intesa di oggi – ha detto Bonomi – punta a introdurre regole certe e procedure agevoli per una composizione bonaria delle controversie e pone la basi per un percorso di attenzione sempre più puntuale verso i consumatori“. L`iniziativa è stata accolta con favore da tutte le Associazioni dei consumatori rappresentate oggi al tavolo regionale, che hanno indicato negli strumenti di conciliazione una procedura alternativa alla giustizia ordinaria per la risoluzione delle controversie, alla quale i consumatori possono facilmente accedere per la rapidità dei tempi e il contenimento dei costi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox