9 Giugno 2021

DISCOTECHE, CODACONS: SI AD APERTURE MA SOLO SE ACCOMPAGNATE DA CONTROLLI A TAPPETO NEI LOCALI

     

    IN CASO CONTRARIO, PRONTI A DENUNCIARE GESTORI E CHIEDERE SEQUESTRO DELLE STRUTTURE CHE NON RISPETTERANNO LE REGOLE

    ESPERIENZA DELLO SCORSO ANNO FALLIMENTARE DEVE PORTARE A MISURE FERREE

    Si alle aperture delle discoteche a partire dall’1 luglio, a condizione che la ripresa delle attività delle sale da ballo sia accompagnata da controlli a tappeto delle forze dell’ordine nei locali, volti a verificare il rispetto delle disposizioni anti-Covid.
    Siamo favorevoli alle riaperture delle discoteche con green-pass, contingentamento delle presenze e tracciamento degli ingressi, a patto però che siano previsti controlli stringenti da parte delle autorità e delle forze dell’ordine in tutti i locali da ballo del paese – spiega il Codacons – L’esperienza fallimentare dello scorso anno, dove nelle discoteche di Gallipoli, della Sardegna e dell’Emilia Romagna si è violata ogni più basilare regola anti-Covid, non può essere dimenticata, e deve portare questa volta a misure ferree per ottenere il rispetto delle disposizioni all’interno dei locali da ballo.
    Il Codacons si dice fin da ora pronto ad eseguire ispezioni nelle discoteche più frequentate dai giovani e a denunciare qualsiasi violazione delle misure che saranno decise dal Governo, chiedendo a Prefetti e magistratura di procedere nei confronti dei gestori dei locali e sequestrare le strutture che non rispetteranno le regole.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox