1 Maggio 2013

DISASTRO AMBIENTALE ILVA: AGISCI CON IL CODACONS CONTRO LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE PER RICHIEDERE € 10.000 DI RISARCIMENTO!!

    DISASTRO AMBIENTALE ILVA:

    IL TASSO DI MORTALITA’ NELLA CITTA’ E NELLA PROVINCIA E’ PIU’ ALTO RISPETTO AL RESTO DELLA REGIONE!

    Sei
    residente, lavori o vivi comunque abitualmente a Taranto o nella provincia?

    AGISCI ADESSO CON IL CODACONS CONTRO LE
    AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CHE SAPEVANO DA DECENNI E NON SONO MAI INTERVENUTE, PER
    RICHIEDERE € 10.000 DI RISARCIMENTO!!

    ————————————————————————————

    Iscriviti
    subito all’azione del Codacons entro il 30 GIUGNO 2013!

    PARTECIPA ALL’AZIONE COLLETTIVA AVANTI AL TAR DEL LAZIO CONTRO IL
    MINISTERO DELLA SALUTE, IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, LA REGIONE, IL
    COMUNE E CONTRO LE RISPETTIVE ASL DI COMPETENZA CHE NON SONO INTERVENUTE PER
    EVITARE IL DISASTRO AMBIENTALE A TARANTO E PROVINCIA, PER RICHIEDERE IL DANNO AL
    DIRITTO ALLA SALUTE ANCHE IN VIA PREVENTIVA.

     

    Dagli
    ultimi rilevamenti effettuati nella provincia di Taranto dall’Istituto
    Superiore di Sanità, rispetto al resto della Regione si ammalano di tumore il
    30% in più degli uomini ed il 20% delle donne, con una relativa mortalità più
    alta del 14% per gli uomini e dell’8% per le donne. E nei bambini crescono le
    malattie nel primo anno di vita.

    Dai
    risultati presentati emerge con chiarezza il gravissimo danno alla salute che la
    popolazione residente a Taranto è costretta a subire.

    E
    le amministrazioni pubbliche, che avrebbero dovuto tutelare la tua salute, sono
    a conoscenza da almeno 20 anni degli enormi danni provocati dalle emissioni
    nocive provenienti dallo stabilimento dell’ILVA ma, nonostante ciò, non hanno
    fatto nulla per impedire che la salute dei cittadini venisse così gravemente
    compromessa.

    IL
    DIRITTO ALLA SALUTE HA RANGO COSTITUZIONALE ED E’ TUTELATO IN VIA PREVENTIVA
    DALL’ART. 32 DELLA COSTITUZIONE.

    “In caso di disastro ambientale, il danno morale è
    risarcibile autonomamente”.
    E’ quanto stabilito dalla sentenza della Cassazione
    civile SS.UU. n. 2515/2002 nel caso Seveso.

    “In caso di compromissione dell’ambiente a seguito di
    disastro colposo (art. 449 c.p.), il danno morale soggettivo lamentato dai
    soggetti che si trovano in una particolare situazione (in quanto abitano e/o
    lavorano in detto ambiente) e che provino in concreto di avere subito un
    turbamento psichico (sofferenza e patemi d’animo) di natura transitoria a causa
    dell’esposizione a sostanze inquinanti ed alle conseguenti limitazioni del
    normale svolgimento della loro vita, è risarcibile autonomamente anche in
    mancanza di una lesione all’integrità psico-fisica (danno biologico) o di altro
    evento produttivo di danno patrimoniale,
    trattandosi di reato pluri-offensivo
    che comporta, oltre all’offesa dell’ambiente ed alla pubblica incolumità, anche
    l’offesa ai singoli, pregiudicati nella loro sfera individuale (il caso di
    specie riguardava la polluzione chimica causata dall’esplosione delle caldaie
    di uno stabilimento industriale che aveva investito la zona del comune di Seveso)”.

     

    Pertanto, se sei residente, o lavori o vivi abitualmente a
    Taranto o provincia, anche se al momento non hai subito danni fisici evidenti,

    partecipa SUBITO all’azione per ottenere IL RISARCIMENTO DEL
    DANNO MORALE, ESISTENZIALE, ALLA VITA DI RELAZIONE, DA LESIONE ANCHE IN VIA
    PREVENTIVA DEL DIRITTO ALLA SALUTE, IN VIA EQUITATIVA, PER €. 10.000,00;

     

    Avrai
    inoltre, nel caso di danni gravi già manifesti, una valutazione individuale al
    fine della possibile fattibilita’ di una causa individuale di risarcimento di
    tali ulteriori danni (a costi e condizioni che verranno successivamente
    indicati, a seconda dell’esito della valutazione del danno subito)

    PERTANTO ORA FAI MOLTA ATTENZIONE:

     

    Se sei
    residente e/o vivi abitualmente o lavori a TARANTO O NEI COMUNI DELLA PROVINCIA,
    iscriviti subito all’AZIONE del CODACONS, al costo di
    €. 50,00 (comprensivo dell’iscrizione al Codacons per un anno) e:

     

    1)   parteciperai all’azione collettiva AVANTI
    AL TAR DEL Lazio per ottenere il risarcimento dei danni esistenziali, morali ed
    alla vita di relazione, da compromissione del diritto alla salute da te subiti;

     

    2)   avrai inoltre, nel caso di danni gravi
    già manifesti, una valutazione individuale al fine della possibile fattibilita’
    di una causa individuale di risarcimento di tali ulteriori danni (a costi e
    condizioni che verranno successivamente indicati, a seconda dell’esito della
    valutazione del danno subito).

     

    Clicca
    qui
    per
    partecipare all’azione.

    CHE
    SUCCEDE DOPO CHE TI ISCRIVI?

     

    • Successivamente
      all’iscrizione, riceverai una email con tutte le relative istruzioni e
      documenti che dovrai compilare, firmare e, assieme ai documenti richiesti,
      inviare a TER.MIL.CONS. Il pool di avvocati esaminerà tutta la tua
      documentazione e ti ricontatterà telefonicamente se del caso. E’ importante
      per ogni successivo contatto indicare l’indirizzo e-mail ed il numero di
      telefono corretti.
    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox