27 febbraio 2018

DISAGI TRENI: I PASSEGGERI DEVONO ESSERE INDENNIZZATI!

Le condizioni climatiche avverse, oltretutto previste con un non trascurabile preavviso pressoché da tutti i meteorologi italiani e stranieri, non possono giustificare la cancellazione del 20% dei treni a lunga percorrenza e, addirittura, il 70% dei convogli del traffico regionale. Il ritardo medio, pari a circa 2 ore e mezza, stimato da Trenitalia si è rivelato una previsione ottimistica.

I NUMERI

46 Convogli soppressi, 38 di Trenitalia e 8 di Italo, 2 cancellati parzialmente. RFI – Rete Ferroviaria Italiana alla vigilia della nevicata, che ha sorpreso Roma e tutto il Lazio, garantiva che sarebbero state poste in essere tutte le attività in linea con i Piani neve e gelo e che, comunque, il 50% dei pendolari avrebbe viaggiato senza disagi. Così, però, non è stato. L’alta velocità dirottata d’emergenza alla stazione Tiburtina, con buona pace di chi – regolarmente – aspettava di partire dalla stazione centrale di Roma Termini.

L’INIZIATIVA CODACONS

L’Associazione attraverso una pre-adesione gratuita raccoglie le testimonianze di tutti i passeggeri coinvolti dai disagi, per studiare un’azione risarcitoria collettiva, e nel frattempo mette a disposizione di tutti gratuitamente il fac-simile per una prima richiesta risarcitoria da indirizzare al vettore nonché per conoscenza al Codacons stesso.

PER ADERIRE

Per pre-aderire gratuitamente, senza impegno, all’iniziativa e poter scaricare il fac-simile da indirizzare a mezzo email clicca qui.

AVVERTENZA IMPORTANTE: chiunque abbia subito disagi DEVE conservare il/i biglietto/i del viaggio in questione e, in caso di proposta indennitoria da parte del vettore accettare con “Riserva di ulteriori danni”.