11 Gennaio 2011

Diritti dei medici specializzati

Diritti dei medici specializzati
 

• La Direttiva Comunitaria del 1982 (82/76 CEE) aveva stabilito, come è noto, in favore dei medici il diritto di ricevere una "adeguata remunerazione" per il periodo di specializzazione svolto. Tale Direttiva, recepita in Italia solo nel 1991 con il D.Lgs. 8 agosto 1991, n. 257, limitatamente agli specializzandi iscritti a partire dall’ anno accademico 91/92, ha previsto l’ importo di £ 21.500.000 per ogni anno di specializzazione, senza nulla riconoscere ai medici immatricolatisi alla specializzazione negli anni accademici che vanno dall’ 82/83 al 90/91. La Corte di Giustizia Europea, con sentenza del 25/02/1999, e con successiva sentenza del 31/10/2000, ha affermato il diritto alla remunerazione anche in favore dei medici che hanno svolto il corso di specializzazione dopo il 1982. Anche i nostri giudici, con sentenze positive e alcune negative, ma con un pronunciamento positivo, molto importante per la funzione unificatrice della suprema Corte di Cassazione, hanno riconosciuto il diritto dei medici italiani. Solo la corretta trasposizione della direttiva porrá fine allo stato di incertezza giuridica. • Al fine di tutelare i diritti dei medici italiani che ebbero a frequentare le scuole di specializzazione durante il periodo 82/83 – 90/91, il CODACONS organizza e appoggia – dopo una prima azione giá partita – una seconda causa, innanzi al Tribunale Civile di Roma, contro i Ministeri cui la legge ha demandato il compito del pagamento della remunerazione in questione. Gli interessati a questa causa dovranno e potranno partecipare, scaricando l’ apposita modulistica dal sito www.codacons.it. * Ufficio legale Codacons Campania.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox