17 novembre 2017

ASPIRANTI DIRIGENTI SCOLASTICI: PARTE L’INIZIATIVA PER CONTESTARE I CRITERI DEL NUOVO BANDO

I criteri del nuovo Bando per il reclutamento di dirigenti scolastici escludono, di fatto, docenti neoimmessi e precari. Ecco perchè il Codacons ha deciso di intervenire con un ricorso al TAR. Per partecipare al ricorso è necessario far pervenire la documentazione necessaria agli uffici dell’Associazione entro il 7/1/2018.

 

I FATTI

E’ finalmente uscito, pubblicato sulla G.U. n. 90 del 24/11/2017, il Bando di concorso finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le istituzioni scolastiche statali, emanato ai sensi del D.M. 138/2017.

Il Bando disciplina il reclutamento dei Dirigenti Scolastici nei ruoli regionali e – secondo la Ministra Fedeli – dovrebbe porre fine all’annoso problema della mancanza di DS titolari. Peccato che preveda, all’art. 3, che “è ammesso a partecipare, ai sensi dell’art. 6 del DM, il personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche ed educative statali assunto con contratto a tempo indeterminato, confermato in ruolo ai sensi della normativa vigente, purchè in possesso di diploma di laurea magistrale, specialistica ovvero di laurea conseguita in base al previgente ordinamento, di diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica ovvero di diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore, che abbia effettivamente reso, nelle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione, un servizio di almeno cinque anni, ove il servizio di insegnamento, anche se maturato antecedentemente alla stipula del contratto a tempo indeterminato, si intende prestato per un anno intero se ha avuto la durata di almeno centottanta giorni o se sia stato prestato ininterrottamente dal primo febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale”.

 

GLI ESCLUSI

Di fatto, quindi, dal concorso risultano escluse le seguenti categorie di docenti:

  1. i docenti neoimmessi in ruolo (oppure i docenti di ruolo che ancora non hanno superato l’anno di prova);

  2. i docenti precari abilitati purché in possesso di laurea (magistrale, specialistica o del vecchi ordinamento, oppure di diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento) che hanno prestato almeno 5 anni di servizio utile (180 gg di servizio per anno scolastico prestato anche in modo non continuativo, oppure servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale) con contratti a tempo determinato in scuola statale o paritaria.

 

LA (DOPPIA) INIZIATIVA CODACONS

Di fronte a questa situazione – e al rischio di penalizzare ingiustamente docenti neoimmessi in ruolo e docenti precari da anni – il Codacons ha deciso di intervenire: l’iniziativa dell’Associazione prevede l’impugnazione con ricorso collettivo al TAR del Lazio del Bando di concorso indetto dal MIUR per l’assunzione di nuovi Dirigenti Scolastici. L’iniziativa è rivolta alle seguenti categorie di docenti escluse dal bando, per ognuna delle quali verrà predisposto distinto ricorso al TAR del Lazio:

  1. RICORSO A – I docenti neoimmessi in ruolo (oppure i docenti di ruolo che ancora non hanno superato l’anno di prova) possono scaricare (senza impegno) la modulistica di adesione cliccando qui;

  2. RICORSO B – I docenti precari abilitati purché in possesso di laurea (magistrale, specialistica o del vecchi ordinamento, oppure di diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento) che hanno prestato almeno 5 anni di servizio utile (180 gg di servizio per anno scolastico prestato anche in modo non continuativo, oppure servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale) con contratti a tempo determinato in scuola statale o paritaria, possono scaricare (senza impegno) la modulistica di adesione cliccando qui.

 

LA SCADENZA

Ai sensi dell’art. 4, i candidati hanno tempo 30 giorni per presentare la domanda di partecipazione, fino alle ore 14:00 del 29 dicembre 2017. Posto che i candidati esclusi non avranno la possibilità di presentare la domanda secondo le forme previste dal bando, ovvero tramite POLIS, si mette a disposizione di tutti gli aderenti alla iniziativa promossa dal Codacons il modello della domanda di partecipazione al concorso, da inviare in forma cartacea, con raccomandata A/R.