20 giugno 2017

CHIEDI IL RIMBORSO PER DINNER IN THE SKY ROMA 2016

I FATTI

Durante lo scorso anno, le società DITS Europe e Skyworld Limited hanno per molti mesi pubblicizzato l’evento Dinner in the Sky Roma 2016, la prima esclusiva tappa romana della piattaforma Dinner in the Sky, previsto per le date dal 15 Settembre 2016 al 2 ottobre 2016, durante il quale, nella cornice della capitale, grandi chef avrebbero dovuto cucinare in un piccolo ristorante sospeso a 50 metri d’altezza.

Nonostante fossero già stati venduti numerosi biglietti ad un pubblico proveniente da più parti del mondo, le società organizzatrici non avevano ancora acquisito le necessarie autorizzazioni amministrative e così, il 12 settembre 2016, sono state costrette ad annunciare l’annullamento dell’evento, comunicando il rinvio a maggio 2017.

A seguito della cancellazione della manifestazione, tutti coloro che avevano già prenotato la serata di loro interesse si sono trovati in possesso di biglietti inutilizzabili, senza peraltro avere la possibilità richiedere il rimborso integrale dell’importo versato. Le società organizzatrici, infatti, hanno imposto a tutti i partecipanti la sostituzione del biglietto con una gift card a valere sull’acquisto di biglietti per eventi in programmazione nel triennio successivo su tutto il territorio nazionale.

Questa situazione ha provocato evidenti danni per tutti i consumatori che avevano deciso di partecipare alla manifestazione Dinner in the Sky Roma 2016. Molti infatti erano residenti in città italiane anche molto lontane da Roma, o addirittura all’estero ed avevano già prenotato il viaggio e l’albergo in città per poter prendere parte all’evento, con costi non più ripetibili. Inoltre, tutti avevano fatto affidamento su un’occasione di svago e relax annullata poche ore prima della data stabilita, con conseguente inevitabile difficoltà ad organizzarsi per partecipare ad un nuovo evento programmato per altra data.

LA SANZIONE DELL’AGCM

A seguito della segnalazione inoltrata dal Codacons alle competenti autorità per denunciare il comportamento scorretto degli organizzatori di Dinner in the Sky Roma 2016 e i danni subiti dai consumatori, l’Autorità Garante per la concorrenza ed il Mercato ha avviato un procedimento istruttorio, conclusosi pochi giorni fa con la condanna dei responsabili a sanzioni superiori ai 20mila euro per pratiche commerciali scorrette.

L’INIZIATIVA CODACONS

Se anche tu sei tra coloro i quali avevano acquistato il biglietto per partecipare all’evento Dinner in the Sky Roma 2016 e vuoi ricevere il rimborso integrale dell’importo versato e di tutte le spese sostenute a causa della cancellazione della manifestazione, agisci con il Codacons e tutela i tuoi diritti!

Per aderire clicca qui e scarica il modulo per richiedere alle società responsabili il rimborso del biglietto e delle spese sostenute.

Qualora a seguito dell’invio della diffida, non dovessi ricevere riscontro, il Codacons è pronto ad assisterti per agire in giudizio con le modalità che verranno comunicate in seguito.