23 Dicembre 2019

Diffida in Procura del Codacons Legambiente parla di gravi responsabilità

A seguito dei gravi danni registrati in Costiera Amalfitana a causa del maltempo delle ultime ore, il Codacons depositerà questa mattina una formale denuncia alla Procura della Repubblica di Salerno contro la Regione Campania, in cui si ipotizza la fattispecie di abuso di atti d’ ufficio. Al centro dell’ esposto dell’ Associazione, la ripartizione dei fondi pubblici in favore degli Enti Locali e destinati alla messa in sicurezza del territorio, risorse che la Regione avrebbe ripartito in violazione delle normi vigenti, avvantaggiando alcuni Comuni guidati da soggetti che hanno legami con l’ amministrazione regionale, a dispetto di altri comuni che avrebbero avuto diritto a godere dei finanziamenti. L’ arbitraria assegnazione dei punteggi da parte della Regione Campania ha causato il mancato finanziamento di progetti relativi a interventi molto urgenti ad esempio a Cetara e Tramonti, comuni che proprio in queste ore hanno subito frane, esondazioni e altri danni ingentissimi a causa del maltempo, con grave rischio per la popolazione locale. Per Legambiente, “48 ore di vento forte e pioggia intensa mandano la Campania sott’ acqua. Straripano fiumi e laghi, franano crostoni dalla Costiera Amalfitana alla Valle Caudina, cadono alberi a Napoli.Nella nostra regione non reggono le città ne le aree interne ai fenomeni meteorologici estremi. La responsabilità dei danni, della melma e del fango, che mettono a repentaglio vite umane e a rischio case e strade, va ricercato nell’ assenza di controlli, nella mancanza di una seria e concreta politica di prevenzione e monitoraggio del territorio, nella devastazione e cementificazione di vastissime aree. e.n.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox