24 Settembre 2012

Diffida del Codacons a sciogliere il consiglio

Diffida del Codacons a sciogliere il consiglio

ROMA. Il Codacons diffida ilpresidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il governo a sciogliere il consiglio regionale e commissariare la regione Lazio «a norma degli articoli 120 e 126 della costituzione e art.8 della legge 131/2003 ». Alla base della diffida, presentata dall’ associazione sulla scia dello scandalo edelle inchieste sullagestione di fondi del gruppo Pdl alla RegioneLazio, le «violazioni di legge e danni alla prestazione di servizi essenziali. Se entro 30 giorni il governo non delibera il commissariamento interverrà il Tar del Lazio a nominare il com missario e mandare tutti a casa. Ora i consiglieri dovranno restituire oltre 50 mln ai cittadini del Lazio altrimenti saranno citati in giudizio oltre che dalla Corte dei conti anche da una mega class action ». L’ atto di messa in mora del Codacons rivela «che non solo le gravi violazioni di legge sonostate accertate dauna sentenza della Corte Costituzionale che aveva annullato le erogazioni di 23 mln ai “clientes” dei consiglieri ma che nonostante questa sentenza la Regione aveva continuato a regalare soldi a tutti i componenti del consiglio per altrettanti milioni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this