11 Maggio 2016

“Dieselgate”, class action a Venezia

“Dieselgate”, class action a Venezia 

VENEZIA – Lo scandalo “dieselgate” approda a Venezia, di fronte al Tribunale civile. Questa mattina è in programma la prima udienza della class action avviata dal Codacons, una delle associazione italiane a tutela dei consumatori, contro la casa automobilistica Volkswagen, accusata di aver “imbrogliato” in relazione ai dati sulle emissioni dei gas di scarico delle vetture messe in vendita. Una causa analoga è stata proposta anche da un’ altra associazione, Altroconsumo, la cui udienza è fissata nelle prossime settimane con richiesta di riunificazione dei due procedimenti. Per il momento siamo in una fase preliminare: il collegio presieduto da Roberto Simone ascolterà le parti (Volkswagen Italia si è costituita a giudizio) per poi decidere se la domanda avanzata da Codacons sia ammissibile. La causa vera e propria inizierà soltanto successivamente. Sotto accusa sono finiti i test “truccati” attraverso i quali la casa automobilistica tedesca ha attestato che le emissioni erano entro i limiti di legge mentre non era vero. E ora Codacons chiede che i consumatori vengano risarciti. La “class action” fa seguito ad alcuni esposti penali, presentati a Verona, dove ha sede la Volkswagen Italia. L’ Azione di classe consiste in una richiesta presentata al giudice da una “collettività” al fine di ottenere un provvedimento favorevole in caso di danni derivanti da un medesimo fatto illecito. Gianluca Amadori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox