8 Settembre 2017

Dieselgate, 11 esperti per testare le emissioni Ma all’ incidente probatorio è falsa partenza

VERONA Dieselgate, l’ incidente probatorio inizia con una… falsa partenza. Undici gli esperti che due giorni fa, mercoledì pomeriggio, si sono trovati al Politecnico di Torino per i test sulle presunte emissioni «truccate»: i periti del gip Raffaele Ferraro, tuttavia, hanno sollevato dubbi sul quesito tecnico a cui dare risposta, per cui adesso il caso torna sul tavolo dello tesso gip che dovrà stabilire se modificare il quesito o confermarlo nella sua attuale versione. A due anni dai sequestri e dell’ avvio delle indagini, il pm Marco Zenatelli aveva disposto una consulenza tecnica d’ ufficio su 8 auto del gruppo oggetto di richiamo per gli annunciati interventi di aggiornamento delle centraline, chiedendo a esperti del settore di «accertare i valori delle emissioni prima e dopo gli interventi di richiamo, ed eventuali differenze con i dati comunicati da Volkswagen al momento della commercializzazione dei mezzi». I periti nominati dal gip sono l’ ingegnere Giovanni Cipolla e i collega Filippo Manfredi; per il Codacons, parte offesa, partecipano alle operazioni peritali i professori Sergio Saponara e Bruni Neri dell’ Università di Pisa che dice : «Ora i tempi si allungano».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox