24 Aprile 2002

Dieci milioni di italiani in viaggio

Dieci milioni
di italiani
in viaggio:
uno su 3
in albergo




ROMA – Ci siamo, riparte la stagione dei “ponti“. Profuma di vacanza il calendario della fine di aprile, con il 25 (è già domani) e il 1° Maggio che si collocano in una posizione strategica tale da formare, sommati ai sabati e alle domeniche, le ferie di primavera.
Gli italiani non rinunciano a questa tradizione. Da oggi al 5 maggio sarà tutto un via vai. Si prevedono ben 36 milioni di transiti di auto e la polizia stradale, per controllare gli spostamenti, metterà in campo fino al 2 maggio 1.600 pattuglie al giorno nei servizi di vigilanza: 825 in autostrada e 775 nelle strade ordinarie.
Secondo il Cirm saranno oltre 10 milioni gli italiani che si metteranno in viaggio. Di questi il 20% circa rimarrà fuori per tutto il periodo preso in esame. Un dato che potrebbe incrementarsi se il tempo sarà più clemente di quanto promettono le previsioni al momento e nell?insieme supererà l?esodo di Pasqua. Per Telefono Blu sarebbe superata anche la crisi scattata dopo gli attentati dell`11 settembre a New York: 3 milioni di italiani, infatti andranno all`estero, come altrettanti saranno gli stranieri in visita nel Bel Paese.
Sugli automobilisti vigileranno oltre 5.000 uomini, 3.500 mezzi e 500 operatori ai call center. Questa la task force messa in campo dall?Aci per assistere i vacanzieri sulle quattro ruote. Si tratta di 11 giornate all?insegna del turismo che rappresenteranno il test decisivo in vista del prossimo esodo estivo. Il traffico sarà quindi elevato e l?Aci mette a disposizione dei viaggiatori il numero telefonico 803.116, cui rivolgersi in caso di imprevisti.
La stima è fatta dalla società Autostrade che prevede un traffico pari a 150 milioni di chilometri al giorno. E il Codacons denuncia l?esistenza di un sito che informa delle postazioni fisse e mobili di autovelox.
Per chi viaggia in treno, ieri è iniziato lo sciopero di 48 ore degli addetti alla pulizia di treni e stazioni, che nella prima giornata di astensione dal lavoro hanno bloccato per qualche ora i binari di alcune stazioni fra cui Palermo, Reggio Calabria, Ancona e Milano.
Ma ecco come si svolgerà l?esodo nel dettaglio: dal 25 al 28 aprile si prevedono 6,5 milioni di italiani in vacanza che spenderanno circa 1.400 milioni di euro. Di questi l`88% resteranno in Italia: il 38% sceglierà mare ed isole, il 31% la montagna, l?11 le città d?arte, il 10% i laghi mentre il 12% l?estero. Dei 6,5 milioni il 34% andrà in albergo, il 16% nella seconda casa, il 13% in tenda, il 13% da parenti ed amici, il 4% negli agriturismi e il 5% nei residence.
Dal 28 al 1° Maggio si muoveranno, invece 4 milioni di italiani, con una spesa prevista di 3.000 milioni di euro. Il 94 % rimarrà in Italia (al mare ed isole il 45%; in montagna il 22%; nelle città d?arte 10%) mentre il 6 % partirà per l?estero (di cui il 61% sceglierà una capitale europea, il 31% il mare, l8% le montagne oltre confine). Ed ancora il 41% soggiornerà in albergo; il 20% da amici; il 12% nella seconda casa, il 6% in agriturismo e campagna.
All?estero sono state scelte le capitali europee, l?estremo oriente e le isole, i Caraibi ma anche l?Egitto. Nel nostro paese gli Italiani sceglieranno invece le zone con forte ricettività: Ponente Ligure, spiaggie Venete, Romagna, Versilia, Golfo di Napoli. Città d`arte: Roma, Napoli, Firenze e Toscana in generale. Tra le Isole in testa Ischia ed Elba. In crescita Sicilia, sempre forte la Sardegna. Per la montagna le Dolomiti ed l`Appennino Tosco-Emiliano saranno le cime più visitate. Complessivamente il 70 % degli italiani si muoverà in auto, il 18% in treno, il 12% in areo.
Nelle previsioni, questo lungo “ponte“ soddisfa anche gli albergatori. La Federazione che li riunisce annuncia che il giro d?affari tra il 25 aprile e il 1° maggio supererà il fatturato dello stesso periodo del 2001 di circa un miliardo. Lo dichiarato Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi: «Dall?11 settembre – evidenzia Bocca – il settore ha perso sei miliardi, in soli 7 giorni ne recupererà uno. L`ottimismo deve prendere il sopravvento».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox