26 Maggio 2020

«Dieci decessi e 70 infettati» Il Codacons chiede di fare luce

FERRARA Un esposto di Codacons che chiede di fare luce sui numerosi decessi e contagi nelle residenze per anziani di Argenta, che si aggiunge alla denuncia presentata dal figlio di una donna che viveva nella residenza per anzini Manica, sempre ad Argenta. Il documento del Codacons, in realtà il primo ad essere inviato alla Procura di Ferrara, è stato assegnato di recente al magistrato che già segue l’ altra vicenda, il pm Alberto Savino. Toccherà ora al sostituto ferrarese delegare le indagini per capire i motivi che hanno portato a un numero così elevato di contagi, anche tra il personale sanitario, e di decessi. Le cifre contenute nell’ esposto dell’ associazione di consumatori Codacons sono ritenuti «importanti», tanto da meritare un approfondimento. Si tratterebbe complessivamente di una settantina di contagi da Covid-19 e di dieci decessi, almeno quelli presi in esame dal Codacons. A questo esposto e a quello del figlio dell’ anziana di Argenta, si aggiunge anche un terzo fascicolo aperto da un altro pubblico ministero. Complessa si presenta l’ azione dei magistrati e in particolare degli investigatori che dovranno ricostruire la rete dei contagi avvenuti nelle residenze indicate nell’ esposto – tre in tutto – e capire se ci siano state negligenze nei sistemi di protezione dal virus e soprattutto dimostrare il nesso di causalità tra l’ insorgenza del virus e la successiva morte. Il tutto senza aver potuto eseguire le autopsie. Cristina Rufini.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox