3 Gennaio 2020

Dieci consigli per evitare fregature

I saldi invernali? Saranno un flop. Ad affermarlo è il Codacons. «Il Black Friday di fine novembre – fanno sapere dal Condacons – ha portato milioni di italiani ad anticipare acquisti che prima erano riservati al periodo dei saldi. Inoltre la partenza degli sconti così ravvicinata alle feste natalizie e di fine anno impedisce alle famiglie di spendere, perché i portafogli dei consumatori sono stati già svuotati dalle festività». Di seguito il decalogo del Codacons per evitare fregature durante i saldi. 1) Conservare lo scontrino: non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. Se il cambio non è possibile, avete diritto alla restituzione dei soldi. 2) Le vendite devono essere realmente di fine stagione e non fondi di magazzino. 3) Verificare l’ effettività dello sconto praticato, prendendo nota del prezzo della merce prima dei saldi. 4) Cercare di avere le idee chiare sulle spese da fare: così si è meno influenzabili. 5) Diffidare degli sconti superiori al 50 per cento. 6) Servirsi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistare merce della quale si conosce già il prezzo o la qualità. 7) Non acquistare nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. 8) Non essendoci l’ obbligo della prova, diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati. 9) Nei negozi che espongono l’ adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi, senza oneri aggiuntivi. 10) Se pensate di avere preso una fregatura rivolgetevi al Codacons, oppure chiamate i vigili urbani.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox