22 Febbraio 2019

Diamanti, la truffa miete vittime

coinvolti oltre 200 risparmiatori pratesi. c’ è chi ha perso 75mila euro
OLTRE al rocker Vasco Rossi, alla presentatrice Federica Panicucci e all’ imprenditrice Diana Bracco, almeno 200 risparmiatori pratesi sono finiti al centro della mega-truffa dei diamanti emersa dall’ indagine della Procura di Milano. Le pietre preziose venivano venute a prezzi gonfiati rispetto al valore reale, con false quotazioni pubblicizzate sui giornali e con l’ intermediazione di istituti di credito. Martedì scorso la Guardia di Finanza di Miano ha eseguito sequestri preventivi per oltre 700 milioni di euro anche a carico di cinque banche finite sotto inchiesta: Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti. Della questione si stanno occupando anche alcune associazioni dei consumatori di Prato, tra cui Federconsumatori, Adiconsum, Codacons, Confconsumatori e Adusbef. LA BEFFA CHE accomuna tutti i piccoli risparmiatori pratesi che hanno acquistato i diamanti a carissimo prezzo sta nel fatto che nessuno di loro conosceva l’ esistenza di questo tipo di investimento prima che a proporlo loro fossero gli operatori delle banche con con cui avevano un rapporto di fiducia. E’ l’ avvocato Alessandro Fanni, che segue le cause legali per conto do Confconsumatori, a spiegare: «Noi seguiamo alcuni risparmiatori, circa dieci, che hanno acquistato diamanti. Ma già prima che scoppiasse la vicenda giudiziaria alcune delle banche coinvolte, si tratta di Unicredit e Intesa, viste le denunce, hanno deciso di restituire completamente l’ investimento ai nostri assistiti per cifre di 20-30mila euro e in un caso anche 75mila euro. Diverso è il caso – aggiunge Fanni – di quelle famiglie che avevano investito in diamanti con con Monte dei Paschi o la Popolare di Milano. Questi istituti hanno atteso che il Tar del Lazio si pronunciasse sul ricorso all’ Antitrust proponendo solo il 30% del rimborso, mentre altri ancora non hanno mai risposto alle richieste. Ora che il ricorso è stato bocciato, anche queste banche dovranno risarcire per intero oppure finiranno a processo». Anche il delegato Adusbef Andrea Frosini si è immediatamente attivati per tutelare i risparmiatori nel recupero delle somme investite per l’ acquisto dei diamanti segnalati dall’ Antitrust. Elena Duranti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox