16 Settembre 2009

Deraglia il Venezia-Roma L’Intercity era in manovra, nessun ferito. Polemica sulla sicurezza

ROMALa locomotiva e il carrello della prima vettura del treno Intercity Venezia-Napoli sono usciti dai binari ieri nei pressi di Chiusi Nord (Siena). Il treno – fanno sapere le Ferrovie – era in manovra sullo scambio e stava procedendo a velocità ridotta. Non ci sono stati feriti. Le Ferrovie parlano «non di deragliamento ma di svio della locomotiva e del carrello a bassissima velocità in regime di manovra» dell’Intercity 703, con circa 300 passeggeri a bordo. Lo svio del convoglio proveniente da Venezia è avvenuto mentre il treno stava passando dalla linea della direttissima alla linea lenta. La circolazione è proseguita sulla linea storica e sull’altro binario della direttissima, con ritardi di percorrenza degli altri convogli contenuti entro i 20 minuti. «Continuiamo ad essere preoccupati per la sicurezza ferroviaria poiché anche stavolta solo per caso non ci sono state conseguenze disastrose, considerando che su quei binari viaggiano i treni passeggeri e l’Alta Velocità», si legge in una nota della rivista dei macchinisti «Ancora in marcia». «Altro che 2 miliardi di euro per l’acquisto di treni nuovi, serve garantire la sicurezza delle carrozze in circolazione oggi! », incalza il presidente Codacons, Carlo Rienzi. E conclude: «L’incidente di Chiusi, che si aggiunge ai 36 registrati nel nostro paese solo nel periodo giugno 2008-giugno 2009, dimostra come il trasporto ferroviario italiano necessiti oggi di interventi per evitare deragliamenti, svii e altri sinistri, e dimostra come le nostre critiche al piano presentato pochi giorni fa dalle Ferrovie siano più che fondate».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox