fbpx
7 Dicembre 2010

Depuratore Canneto Via libera definitivo dal commissario Pelaggi

Lipari Via libera al depuratore di Canneto Dentro, dopo la conferenza di servizi tenutasi ieri alla Prefettura di Messina. Il Commissario per l’ emergenza idrica Luigi Pelaggi, come nelle previsioni non ha fatto partecipare una delegazione del comitato spontaneo dei cittadini di Canneto, Serra e Pirrera accompagnati dall’ avv. Paolo Intelisano del Codacons ma ha messo agli atti una petizione consegnata dagli abitanti delle zone interessate con, al momento, 190 firme. Il sindaco Mariano Bruno in rappresentanza del Comune ha delegato a presenziare all’ incontro il presidente del consiglio comunale Pino Longo, il quale ha dichiarato che convocherà subito una riunione dei capigruppo per la presentazione delle osservazioni. Longo contesta la scarsa pubblicità data all’ iniziativa; ma l’ intenzione di realizzare la struttura era nota da tempo anche al consesso civico, messo tra l’ altro a conoscenza sull’ iter nella prima settimana dello scorso luglio dallo stesso commissario Pelaggi, a Lipari. Oggi, con le procedure di esproprio in corso è tardi ma per il presidente Longo ci sarebbero ancora i margini per riaprire una questione francamente sottovalutata , in considerazione delle deroghe commissariali. I cittadini, Anna Miracula in testa, contestano il fatto che nonostante vi sia la progettazione definitiva dell’ impianto non ne hanno potuto vedere gli elaborati. «Progetti, approvati da tutti gli organismi competenti, che – ha dichiarato il rup Nico Russo – possono essere visionati all’ Assessorato regionale Territorio e Ambiente, Dipartimento territorio Via – Vas e presso il Commissario delegato per l’ emergenza idrica a Roma. Al Comune non è possibile in quanto si tratta di un atto procedimentale». Lo stesso responsabile unico del procedimento ha nuovamente ribadito che «dall’ impianto non si sprigioneranno cattivi odori e che gli stessi, qualora dovessero ipoteticamente esserci, sarebbero avvertiti a valle e non nelle frazioni di Serra e Pirrera». Lo stesso dott. Russo ha tenuto anche a precisare come «a Canneto Unci sarà installata una nuova ed evoluta pompa di sollevamento per tutta la frazione in sostituzione delle tre esistenti e che gli scarichi non avverranno come è stato diffuso nella stessa zona di Unci ma al largo di Pignataro ad 80 metri di profondità».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox