17 Marzo 2011

Denunciata truffa su internet

Denunciata truffa su internet
 

– UBOLDO – HA RISPARMIATO denaro per tanti mesi, mettendo nel salvadanaio le mance dei parenti per comprare un i-Phone 4, il telefonino di ultima generazione della Apple. Un desiderio che stava per esaudirsi quando ha trovato su un noto sito internet di annunci un’ offerta allettante, che poi si è rivelata una truffa. La vittima è un 14enne di Uboldo, che a febbraio ha versato 490 euro al venditore e sta ancora aspettando di ricevere il suo smart phone. L’ uomo, intascata la somma, è sparito dalla circolazione. E ai genitori del ragazzino caduto nella trappola on line non è rimasto altro da fare che sporgere denuncia, per cercare di recuperare il denaro. «MIO FIGLIO desiderava da tanto tempo quel telefonino e, quando ha trovato l’ offerta su internet, senza consultarci ha contattato il venditore, si è fatto dare le coordinate della sua carta prepagata e subito ha versato il denaro», racconta la mamma del ragazzo, che preferisce rimanere anonima. «L’ uomo ha promesso di spedire il telefonino tramite corriere espresso una volta ricevuti i 490 euro. Quando abbiamo saputo delle modalità dello scambio ci siamo insospettiti e abbiamo provato a contattarlo sul numero di cellulare che aveva fornito a mio figlio. All’ inizio ci ha risposto fornendoci dei dati sulla spedizione che si sono rivelati inesistenti – continua – e, dopo altri scambi di telefonante ed sms, ha spento il cellulare e si è reso irreperibile. Adesso il suo numero risulta inesistente», sottolinea. Oltre al danno la beffa. Perché nell’ ultimo messaggio inviato alla famiglia, inferocita dopo l’ ennesima promessa non mantenuta, il truffatore ha scritto di «non voler più parlare con persone isteriche e che aggrediscono verbalmente». Poi più nulla. Sull’ episodio indaga la Polizia postale, che si occupa delle truffe on line. I familiari hanno fornito alle forze dell’ ordine le coordinate della carta prepagata sulla quale il ragazzo incautamente ha versato i soldi, che potrebbe essere un elemento utile per rintracciare il venditore dell’ i-Phone 4 a prezzi stracciati. «Tutti i risparmi di mio figlio si sono volatilizzati – continua la madre – e immagino che il truffatore continui a pubblicare i propri annunci su internet cercando altre vittime. Sullo stesso sito abbiamo trovato un annuncio identico a quello al quale ha risposto mio figlio – conclude – abbiamo cercato di contattare il venditore ma il numero risultava inesistente». Un fenomeno, quello delle truffe on line, sul quale le associazioni di consumatori ricevono ogni giorno decine di segnalazioni. Nella maggior parte dei casi è difficile risalire ai venditori, che spesso forniscono identità fittizie e numeri di conti correnti intestati ad altre persone. «I siti internet, anche se molto noti, si limitano a mettere in contatto la domanda con l’ offerta senza garantire la transazione, che si basa sul contatto diretto fra l’ acquirente e il venditore», spiega Mauro Antonelli, del Codacons Lombardia. «Per questo il nostro consiglio nel caso di acquisti on line è quello di utilizzare solo il sito dell’ azienda produttrice – continua – diffidando di offerte mirabolanti che a volte si rivelano delle vere e proprie truffe»
 
 

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this