fbpx
20 Novembre 2002

Denuncia degli studenti sulla sicurezza di 22 istituti

Dopo il crollo del controsoffitto alla Verga, denuncia degli studenti sulla sicurezza di 22 istituti

Infiltrazioni d?acqua. E di topi

Allarme ai licei De Sanctis e Tacito: «Piove in classe». Bagni inagibili al Fermi

«Al liceo classico Tacito è franata la biblioteca, piove in alcune aule», «al biennio del Fermi bagni inagibili, porte rotte, assenza scale antincendio», all? Orazio «piove nelle aule, nella palestra, alcune aule prima erano ripostigli, mancano biblioteca e wc»: il «libro bianco» dell?edilizia scolastica è dettagliato, scritto dagli studenti romani, da chi vive nelle aule ogni giorno. Ventidue segnalazioni, finora, da istituti di Roma e provincia, più altre da Latina e Frosinone. Problema sicurezza (adeguamento alla legge 626) nelle scuole. L? Unione degli studenti chiede «interventi», mentre il Codacons e altre associazioni di consumatori hanno presentato una denuncia alla Procura di Roma. «In una lettera dell?assessorato ai Lavori Pubblici alle scuole, anno ?99 – spiegano dal Codacons – veniva comunicato ai presidi che non c?erano fondi per interventi urgenti di manutenzione straordinaria. Ci risulta che, tre anni dopo, siano stati fatti in maniera solo parziale». Dopo il crollo del controsoffitto alla Giovanni Verga , sono molte le scuole che segnalano situazioni di pericolo. La media statale Gianicolo , in largo Oriani 1, a Monteverde: «Sono caduti tre metri quadrati d?intonaco all?ingresso, i tecnici del Comune hanno transennato, i ragazzi entrano dalla scuola vicina». E ancora: gli studenti del liceo Dante , in Prati, ieri non sono entrati, «perché vogliamo una perizia per stabilire se l?edificio è agibile». Una scuola chiusa per crollo di parte dell?intonaco a Frascati.
Le segnalazioni arrivate al sito studenti.it , che con quelle di tutta Italia faranno parte del «libro bianco», vanno dal «soffitto mezzo crollato, fili elettrici scoperti, numerose crepe» del liceo Talete , alle «pareti coperte di muffa, insetti, infiltrazioni d?acqua» del tecnico Colombo , dalla «mancanza di uscita d?emergenza» del liceo Monterrori all?artistico Mafai «privo di palestra, cortile, e con i pavimenti che tremano, bagni inagibili, e intonaco che cade – scrive uno studente – durante le ore di lezione». E ancora: «Infiltrazioni d?acqua e topi» al liceo De Sanctis , «bigattini e topi» all? Amaldi , «assenza di scale e uscite di sicurezza» al Virgilio , «le porte antincenio chiuse con il lucchetto» allo scientifico Nomentano , «dove ci sono 7 piani, l?ultimo dei quali non completamente agibile, e non esistono scale antincendio». Venerdì, la Provincia ha stanziato dieci milioni di euro per i lavori in diciassette scuole della città: tranne De Sanctis e Colombo, le scuole indicate dai ragazzi non sono presenti nella lista degli interventi urgenti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox