31 Gennaio 2020

Denuncia dal Codacons: Tiberio Timperi e la Rai nei guai

 

La Rai e un suo famoso conduttore, Tiberio Timperi, sono finiti nella bufera a seguito di una denuncia del Codacons. Denuncia dal Codacons: l’ episodio È la conseguenza di quanto accaduto nel corso della puntata del 25 gennaio di Mattina In Famiglia, lo storico programma di Rai Uno condotto da Monica Setta, insieme a Tiberio Timperi. Il padrone di casa stava parlando in diretta con un telespettatore , in collegamento telefonico dalla Calabria. In quell’ occasione l’ uomo, dovendo rispondere a una domanda che non sapeva, ha chiesto aiuto al pubblico nello studio romano. A quel punto, l’ ex presentatore de La Vita in Diretta ha risposto così: ‘se non ti aiutiamo, andremo a fare i piloni della Salerno-Reggio Calabria’ . Tale battuta è stata correlata da una mimica facciale evidente del conduttore. Il comportamento del conduttore non è piaciuto per niente ai calabresi, e nemmeno alla Codacons. Che in una nota ha sottolineato che, con le sue parole, il programma ha attribuito a tutti i calabresi, indistintamente, comportamenti di stampo mafioso . A quel punto l’ ente ha deciso di presentare una denuncia in Procura contro la tv di Stato e contro Timperi. La frase pronunciata, per la Codacons, sarebbe di chiaro stampo razzista e che umilia un’ intera regione. Denuncia Codacons, la risposta di Timperi A distanza di qualche ora Tiberio Timperi è tornato sull’ argomento attraverso un post sul suo profilo Instagram . Il conduttore romano ha scritto di essere in buona fede e che non si sarebbe mai permesso di offendere la Calabria , regione a cui lui è molto legato. In pratica l’ artista si è definito cittadino d’ Italia citando tutte le Regioni. Ha concluso il suo intervento social dicendo che se qualcuno si è sentito offeso gli dispiace moltissimo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox