fbpx
26 Maggio 2019

Defezioni tra gli scrutatori ricerca anche su Facebook

compensi troppo esigui secondo alcuni
ROMA. Trasporti e raccolta di immondizia rischiano di essere ridotti in molte città italiane oggi e domani dal momento che molti dipendenti sono rappresentanti di lista o scrutatori; al tempo stesso numerose defezioni vengono segnalate tra le fila di chi avrebbe dovuto presentarsi, ieri pomeriggio, all’ insediamento dei seggi, per ricoprire il ruolo di presidente o lo scrutatore di seggio: in alcuni casi, la ricerca di sostituti è scattata sui social. A Torino quasi mille dipendenti Gtt sono impegnati ai seggi, con conseguente riduzione del servizio del 15%, come in estate, tanto che per la prima volta l’ azienda del trasporto pubblico locale ha voluto spiegarlo con una nota in cui si evidenziano il diritto alla partecipazione ma anche alla mobilità. Un esposto è stato invece presentato dal Codacons alla Procura della Repubblica di Roma dove si accusa il fatto che nella capitale da ieri «il servizio di trasporto pubblico e quello di raccolta rifiuti e pulizia stradale rischiano di subire pesanti rallentamenti se non addirittura la paralisi a causa dell’ ele vato numero di dipendenti impegnati ai seggi come scrutatori». Disagi in vista per chi viaggia in autobus e tram anche a Palermo, dove l’ Amat, l’ azien da di trasporto pubblico, ha scritto al Prefetto e al Comune per comunicare che sono circa 200 i dipendenti, in larga parte autisti, che saranno impegnati nei seggi elettorali come rappresentanti di lista e che ciò «comporterà la cancellazione di numerose corse del servizio di linea urbano bus e tram da domani (oggi per chi legge, ndr) al 27 maggio, e non sarà possibile garantire un idoneo e regolare servizio di trasporto. Ulteriori disagi, anche se di minore entità, si verificheranno sino al 31 maggio». A Roma e Torino poi, all’ in sediamento dei seggi, alle 16 di ieri, molti scrutatori non si sono presentati, probabilmente a causa del compenso ritenuto non sufficiente, al punto che la ricerca dei sostituti, in alcuni casi, è scattata addirittura via Facebook. A Roma alcune forze politiche, dal Pd a FdI, si sono dette preoccupate per le defezioni consistenti di scrutatori e presidenti in alcuni municipi e hanno invitato l’ ufficio elettorale ad intervenire con celerità per le sostituzioni «altrimenti nella giornata di domani (oggi per chi legge, ndr), con l’ avvio delle operazioni di voto, si potrebbero rischiare forti disagi e irregolarità».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox