31 Luglio 2002

DECRETO LEGGE SULLA SICUREZZA STRADALE: TANTA LUCE E NIENTE ARROSTO!!

    IL CODACONS CRITICA LE NUOVE NORME APPROVATE IERI IN SENATO





    ?Tanta luce e niente arrosto?? così il Codacons commenta il decreto per la sicurezza stradale approvato ieri dal Senato. Ecco, punto per punto, le critiche dell?associazione alle nuove regole:



    FARI ACCESSI ANCHE DI GIORNO: questo provvedimento, che si applica su autostrade e strade extraurbane, è un vero e proprio regalo ai petrolieri e non servirà certo a garantire la sicurezza sulle strade. Tenere i fari accesi anche di giorno, farà infatti aumentare il consumo di carburante con un esborso annuo per gli italiani vicino a 1.000 miliardi di vecchie lire, ma non servirà ad aumentare la sicurezza, in quanto dal provvedimento è stata esclusa la viabilità urbana (strade statali, provinciali, ecc.). Il Codacons fa poi notare che sulle autostrade e sulle strade extraurbane vi sono gli spartitraffico, quindi le luci accese serviranno solo a chi, dagli specchietti retrovisori, vuole controllare se sopraggiunge un?altra automobile. Il provvedimento inoltre non serve in caso di nebbia, poiché in situazioni di scarsa visibilità c?è già l?obbligo di tenere accese le luci di posizione, e nemmeno sulle strade a 2 corsie poiché i sorpassi sono facilitati dalla dimensione stessa della carreggiata. L?utilità, invece, vi sarebbe stata sulle strade ad una sola corsia, pericolose in fase di sorpasso.



    AURICOLARE E VIVAVOCE: l?obbligo di utilizzare il telefonino solo attraverso viva voce o auricolare non aumenta affatto la sicurezza sulle strade, sostiene il Codacons, e tende solo ad ovviare alla carenza dei controlli delle forze dell?ordine. L?uso indiscriminato del telefonino alla guida, anche se con auricolare, inevitabilmente distrae l?automobilista, quadruplicando la possibilità di avere incidenti stradali proprio per la minore attenzione prestata alla guida. Anche questo provvedimento rappresenta un vantaggio per le industrie della telefonia, che vedranno aumentare le vendite di kit viva voce e auricolari, ma non comporterà alcun miglioramento della sicurezza sulle strade.



    AUTOVELOX: giusto per il Codacons estendere la presenza degli autovelox anche a strade extraurbane e urbane a scorrimento veloce. Tuttavia l?assenza di contestazione immediata dell?infrazione fa venire meno la certezza della contravvenzione a danno del diritto dei cittadini alla trasparenza e alla garanzia.



    TASSO ALCOLICO: bene anche l?abbassamento del limite massimo di tasso alcolico per il conducente. Tuttavia il CODACONS fa notare che la guida in stato di ubriachezza non è certo tra le prime cause di incidenti o di morte sulle strade, e inoltre, così come gli autovelox, gli apparecchi per il controllo del tasso alcolico sulle strade sono davvero pochi.



    Complessivamente il CODACONS ritiene che i provvedimenti approvati ieri non migliorino di fatto la sicurezza sulle strade, poiché non toccano le vere cause di incidenti e morti, come l?alta velocità, e inaspriscono le sanzioni ad esempio per chi guida in stato di ebbrezza, ma non per chi non indossa le cinture di sicurezza, il casco su moto e motorini, ecc.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox