2 Dicembre 2015

Decessi per malattie: altre due costituzioni

Decessi per malattie: altre due costituzioni

d Udienza -lampo, ieri, in Corte d’ assise, nel processo “Ambiente svenduto” celebrato sulle produzioni inquinanti dello stabilimento siderurgico Ilva. L’ astensione nazionale degli avvocati ha fatto slittare la causa alla prossima settimana. In udienza c’ è stato così solo il tempo per registrare la costituzione di parte civile da parte dei legali di due famiglie, che lamentano il decesso di congiunti che hanno operato all’ interno dell’ area siderurgica. Poi, la Corte (presieduta dal dottor Michele Petrangelo, giudice a latere dottoressa Fulvia Misserini, più sei popolari) ha aggiornato la causa all’ udienza del 9 dicembre prossimo. In quella circostanza, il collegio di difesa degli imputati interloquirà sulla raffica di costituzioni di parte civile che hanno caratterizzato soprattutto la scorsa udienza. Come è noto, sono milletrecentotrentotto (più le due di ieri), le possibili parti civili che potrebbero far parte, di diritto, del processo «Ambiente svenduto». Le richieste sono già state avanzate contro quasi tutti gli imputati, compresi il sin daco Stefàno, l’ ex governatore Vendola e l’ ex presidente della Provincia Florido. A fronte degli 899 soggetti che hanno ottenuto la legittimazione a costituirsi in giudizio (per effetto della decisione del gup Vilma Gilli), nell’ udienza del 21 ottobre scorso, infatti, una nuova richiesta di costituzione era stata avanzata da venti differenti gruppi che, su mandato di organismi, enti e soggetti privati, accorpano altre 439 unità. In quest’ ultimo caso, nel processo che propone alla sbarra quarantasette imputati (44 persone fisiche e 3 società), per reati che vanno dall’ associazione per delinquere al disa stro ambientale, dalla corruzione in atti giudiziari alla concussione, le istanze di costituzione, presentate a gruppi oppure attraverso atti autonomi, dovranno appunto passare al vaglio della Corte. E la prossima udienza del 9 dicembre sarà dedicata alle eventuali, e prevedibili, eccezioni del banco della difesa. Non è ancora certo se la discussione si esaurirà in una o più udienze. Viene da pensare, in ogni caso, considerata soprattutto la complessità delle questioni preliminari, che il dibattimento del processo potrà avere inizio nell’ anno prossimo. Per la cronaca, fra le nuove costituzioni di parte civile che dovranno essere confermate, compaiono quelle dell’ Asl di Taranto, del presidente di una cooperativa di mitilicoltori e dei proprietari di centottanta immobili situati nel quartiere Tamburi, che risultano deprezzati. Si tratta dei residenti nel quartiere che è ritenuto dai periti del tribunale come il più esposto all’ inquinamento prodotto dallo stabilimento siderurgico. E poi Codacons, Asso Consum e Medicina democratica, movimento di lotta della salute onlus. L. Cam.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox