11 Maggio 2001

DANNO BIOLOGICO: CONSUMATORI E MEDICI UNITI

    RC AUTO E DANNO BIOLOGICO: IL CODACONS TORNA ALL?ATTACCO CONVEGNO DI MEDICI E PROFESSORI UNIVERSITARI DEL RAMO PER DIRE NO ALLA NUOVA LEGGE SUL RISARCIMENTO DEL DANNO FISICO

    CONSUMATORI E DOCENTI UNIVERSITARI SULLA STESSA LINEA



    Si è concluso oggi a Riccione il Convegno Nazionale della SIMLA (Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni) dal titolo ?Il danno biologico. Il danno base??. Per la prima volta esperti medici del settore e docenti universitari hanno approvato all?unanimità un documento che ridefinisce il danno biologico, stilando nuove tabelle medico legali. Il SIMLA adotta una linea identica a quella del CODACONS, che già a suo tempo criticò la nuova legge sul danno biologico. La legge in questione è la n.57 del 5 Marzo 2001. Questa ha disciplinato in ribasso il valore del danno biologico, rendendolo pari a quello dell?ultima città in classifica. Conseguentemente oggi, un cittadino bolognese a fronte di una lesione avrebbe diritto ad un risarcimento pari a £2.300.000, contro i 7.500.000£ che avrebbe potuto avere rivolgendosi a un tribunale prima del 5 Marzo. ?L?obiettivo dell?ANIA era proprio questo? dichiara l?Avv. Vittorio Marinelli del CODACONS, ?e il gran polverone di questi giorni sulle assicurazioni ha nascosto questo risultato che comporta un risparmio dai 3.200 ai 7.000 miliardi per le compagnie, conseguentemente ai minori risarcimenti concessi agli assicurati?. Il maggior risparmio per le imprese assicuratrici non ha però contribuito a far calare le tariffe delle polizze rc auto, che hanno subito aumenti addirittura del 1800%.
    Il CODACONS si impegna a portare il documento redatto dalla SIMLA al prossimo Ministro dell?Industria, (nella speranza che questo sia più sensibile alle cause dei consumatori), affinché intervenga modificando la dannosa legge n. 57 del 5 Marzo 2001.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox