10 Febbraio 2010

Danni alla neonata, chiusa l’ inchiesta

Si avvia a conclusione l’ inchiesta sul ginecologo e sull’ ostetrica dell’ ospedale civile denunciati da una giovane donna che, nell’ agosto del 2008, partorì una bimba affetta da malformazioni a causa del ritardo del cesareo. Il pm Franceschetti dovrebbe chiudere le indagini tra pochi giorni e quindi decidere se chiedere o meno il rinvio a giudizio del medico e della sua collaboratrice. Intanto, sull’ accaduto ha preso posizione anche il presidente onorario del Codacons del veneto, Franco Conte, che si dice «preoccupato che nel ritardo degli accertamenti della magistratura e nel riserbo "dovuto" dall’ Asl" altri nascituri siano a rischio». L’ inchiesta, in realtà, ha contemplato perizie e consulenze elaborate che sono arrivate sulla scrivania del pm solo da poco. Perizie necessarie per accertare come si svolsero realmente i fatti quel 25 agosto di due anni fa quando la donna patì dodici ore di travaglio prima di essere sottoposta al taglio cesareo, arrivato fuori tempo massimo in quanto la neonata aveva subito gravi danni provocati dal ritardo con cui sarebbe stato deciso l’ intervento chirurgico.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox