5 Maggio 2017

Dalle liti agli incidenti “fantasma” Soluzioni rapide con la conciliazione

Dalle liti agli incidenti “fantasma” Soluzioni rapide con la conciliazione

nuova procedura per i risarcimenti con l’ accordo tra ania e consumatori
– LA SPEZIA – QUALI SONO le controversie più diffuse fra automobilisti e compagnie assicurative? Il campionario del contenzioso è molto ricco: si va dalle “liti” legate alla mancata copertura nei famosi 15 giorni dalla scadenza della polizza a seguito del mancato avviso, a casi limite come quello di automobilisti all’ oscuro del fatto che il loro veicolo era stato coinvolto in incidenti stradali a causa dell’ inattendibilità dei testimoni, salvo poi scoprire il tutto dall’ attestato di rischio e dalla penalizzazione conseguente al sinistro “fantasma”. A PARTE le normali vie giudiziarie, ora gli utenti, come spiega Elisabetta Sommovigo, segretaria dell’ Adoc Uil, uno dei “sindacati” dei consumatori che operano alla Spezia, hanno uno strumento più rapido e senza costi per risolvere le controversie derivanti da incidenti stradali fra imprese assicuratrici e consumatori. Si tratta della procedura di conciliazione, resa possibile da un accordo sottoscritto fra l’ Ania, l’ associazione che riunisce le compagnie assicuratrici, e le associazioni dei consumatori. I requisiti sono indicati dallo stesso protocollo e hanno come presupposto che la richiesta di risarcimento non sia superiore a 15mila euro. Il protocollo in questione è stato sottoscritto, oltre che da Ania, da Acu, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Asso-Consum, Casa del consumatore, Centro tutela consumatori utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione nazionale consumatori. LA CASISTICA è molto vasta. La procedura si innesca con la sottoscrizione di un modulo di richiesta, dopo di che approda ad un’ apposita commissione paritetica. Qualora il tentativo di conciliazione abbia esisto positivo, il procedimento si conclude con la sottoscrizione di un verbale. Nessun costo per l’ utente, salvo l’ eventuale iscrizione all’ associazione cui viene conferito il mandato. Franco Antola.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox