24 Luglio 2013

Dai ritiri in montagna ai botteghini i supporter milanesi in prima fila

Dai ritiri in montagna ai botteghini i supporter milanesi in prima fila

        

Francesca Cozzi Milano I TIFOSI ROSSONERI CI CREDONO . E i numeri lo dimostrano. Al Milan tornano a sorridere grazie agli oltre 17mila abbonamenti finora staccati per la stagione 2013/2014. La vendita libera è iniziata il primo luglio e ci sono già le basi per non ricadere nel baratro dello scorso anno, basta pensare che esattamente dodici mesi fa gli abbonamenti erano fermi a soli 9mila (e al 10 agosto raggiunsero i 19.283). Praticamente, ad oggi, un raddoppio delle vendite. I dati dello scorso anno però hanno segnato il limite sì, ma negativo. Fondamentale è quindi sbriciolare quelle cifre perchè i fedelissimi della passata stagione alla chiusura abonamenti furono solo 23.618. Mai così male da quando il presidente Berlusconi prese in mano la squadra rossonera, tanto che fu battuto anche il record negativo del campionato 2009/2010 (quello del post-Kaka). Il Milan perse per strada circa 8mila tifosi complice anche l’ inizio del nuovo ciclo, il fair play finanziaro e l’ intenzione di puntare sui giovani facendo partire i giocatori dagli ingaggi troppo elevati. Fece scalpore infatti la cessione dei due top player Thiago Silva e Ibrahimovic al Paris Saint Germein. Un’ operazione che provocò la rabbia dei tesserati, al punto tale che anche il Codacons approvò una class action dei tifosi per chiedere il riborso dell’ abbonamento. Fatto mai accaduto prima. Il Milan con un comunicato stampa concedeva la possibilità ai supporter di sciogliere anticipatamente il contratto, andando incontro alle esigenze degli scontenti per le cessioni eccellenti. Così quest’ anno il club rossonero all’ apertura della campagna abbonamenti si è tutelato inserendo una nota dove ricordava ai tifosi che la rosa non sarebbe stata necessariamente uguale alla chiusura del mercato. AD OGGI PERÒ NON C’ È PREOCCUPAZIONE nell’ ambiente rossonero. La conferma di Allegri, Balotelli punto fermo, El Shaarawy ancora nella tana del Diavolo e qualche innesto in più come Honda, Saponara, Petagna, stanno convincendo i milanisti a ripopolare San Siro. I tifosi vogliono esserci al Meazza per esultare insieme SuperMario dopo un gol e per vederlo duettare con il pupillo El Shaarawy. Non c’ è più capitan Ambrosini? Poco importa. Nessun colpo da top player? I milanisti sembra si stiano ancora gongolando di avere in rosa un talento puro come Balotelli.
       

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox